EUROLEGA

Eurolega, Milano crolla con Olympiacos 67-58

L’Armani controlla per buona parte del match ma paga una pessima serata al tiro. Sloukas e Fall trascinano i greci nel finale

  • A
  • A
  • A

Sconfitta ricca di rimpianti in Eurolega per Milano. L’Armani Exchange perde 67-58 sul campo di Olympiacos in una sfida d’alta classifica nella 27ª giornata della competizione continentale. Olimpia mantiene il terzo posto ma non può sorridere più di tanto, dopo aver comandato per i primi tre periodi e aver subito l’accelerazione finale degli avversari, guidati dai tiri perimetrali di Sloukas e dalla fisicità di Fall nel pitturato.

© ansa

Milano paga la festa post Coppa Italia e cade sul campo dell’Olympiacos in Eurolega, sconfitta 67-58. Al Pireo si affrontano la terza e la quarta della competizione continentale: i greci arrivano da due vittorie consecutive in Eurolega, dopo quattro ko di fila. Dopo qualche minuto in cui le pistole dell’attacco hanno le polveri bagnate, Milano allunga fino al 15-7 in chiusura di primo quarto con un ottimo Melli, a quota 5 punti, 4 rimbalzi e un assist nel primo periodo. La partita vive di tanti errori in attacco: Milano arriva a metà secondo quarto con 0/3 da dietro l’arco, Olympiacos si sblocca all’ottavo tentativo. Con i greci in crescita, Olimpia perde palloni pesanti con Delaney e il Chacho e subisce un parziale di 9-0, che permette ai padroni di casa di rientrare in scia. Il 27-25 per Armani all’intervallo lungo fotografa la partita di errori, spesso forzati da ottime difese: i greci restano in piedi nonostante il 6/24 dal campo.

Di ritorno in campo non cambia la sostanza, con diversi problemi in attacco e una partita giocata punto a punto. Milano sale fino a +8, i greci tornano a un possesso di distanza ma Datome segna uno splendido canestro in chiusura di terzo periodo per il 43-39. I greci sentono l’odore del sangue nell’ultimo quarto e sorpassano presto, per poi portarsi anche al +6 con due belle triple di Sloukas (16 punti totali), mentre la difesa italiana inizia a ballare. Fall (12 punti e 7 rimbalzi) inizia a spadroneggiare nel pitturato, Olimpia non trova più fiducia e canestri e scivola sempre più lontano dagli avversari, -12 entrando nell’ultimo minuto. Vezenkov in lunetta sale a 16 punti e 5 rimbalzi personali, scrivendo di fatto la parola fine sull’incontro fino al 67-58 definitivo. Milano resta terza, Olympiacos consolida la quarta piazza a due vittorie di distanza.

CLASSIFICA E CALENDARIO

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti