Nba: mostro Curry, decima vittoria consecutiva per Golden State

La stella segna 46 punti e Golden State resta imbattuta. Successi per Miami su Utah e per Phoenix sui Clippers senza Paul

Curry, AFP

Tre gare nella notte Nba con un grande protagonista. E' il solito Stephen Curry, l'Mvp in carica, che con 46 punti ha guidato il Golden State Warriors al successo sul campo dei Minnesota Timberwolves, la decima vittoria in altrettante gare di questo avvio di stagione per i campioni 2015. Successi casalinghi anche per i Miami Heat sugli Utah Jazz e per i Phoenix Suns sui Los Angeles Clippers ancora senza Chris Paul.

I Golden State Warriors non sembrano volersi e fermare e, con la vittoria 129-116 sul campo dei Minnesota Timberwolves, centrano il decimo successo di questo avvio di stagione ed eguagliano i Celtics del 1958 e del 1965, e i Bulls del 1997, come squadra campione in carica che inizia la stagione successiva con un record di 10-0. Il protagonista è sempre lui, l'Mvp Stephen Curry, che segna 46 punti (21 nel solo primo quarto) e manda a bersaglio 8 triple (18 in tutto quelle dei Warriors). Per Curry, sostenuto da un grande Draymond Green da 23 punti, 12 assist e 8 rimbalzi, si tratta della terza gara con oltre 40 punti in questo avvio di stagione. Quasi inosservati i 19 punti di Wiggins e i 17 con 11 rimbalzi del rookie Karl-Anthony Towns per Minnesota.

Tracollo dei Los Angeles Clippers 118-104 sul campo dei Phoenix Suns. Gli angeleni, già senza Chris Paul e JJ Redick, nell'arco della partita perdono anche DeAndre Jordan per un problema alla spalla e poi Blake Griffin, espulso per un doppio fallo tecnico per proteste poco prima dell'intervallo: senza quattro big del genere i Suns non perdono l'occasione per vincere e si impongono grazie ai 37 punti di Knight e ai 26 con 10 rimbalzi e 9 assist di Bledsoe. Successo casalingo anche per i Miami Heat, senza Dwyane Wade, che superano in volata 92-91 gli Utah Jazz, privi del gigante francese Rudy Gobert. Ci pensano Chris Bosh, 25 punti, e Tyler Johnson, 17 uscendo dalla panchina, a firmare il successo degli Heat, vanificando la grande serata di Favors, 25 con 12 rimbalzi, in casa Jazz.

TAGS:
Nba
Golden state warriors
Steph curry

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X