Basket, Eurocup: Trento crolla, in finale ci va Strasburgo

I francesi vincono 86-78 al PalaTrento e ribaltano la sconfitta dell'andata: l'Aquila paga un terribile inizio di ripresa ma esce a testa alta

Il sogno di Trento si infrange sul più bello. Nel ritorno della semifinale di Eurocup, Strasburgo si impone 86-78 sul parquet della Dolomiti Energia, ribalta il -6 dell'andata e accede all'ultimo atto del torneo. Avvio di gara equilibrato, poi ad inizio ripresa i ragazzi di Buscaglia crollano e finiscono anche a -19: grazie ad un super Pascolo (22) l'Aquila sfiora la rimonta, ma non basta. Applausi per Trento, che esce comunque a testa altissima.

Atmosfera della grandi occasioni al PalaTrento, dove i tifosi di casa sperano di scrivere la storia del basket italiano: nessuna squadra azzurra ha mai raggiunto la finale di Eurocup. Il +6 dell'andata fa sorridere ma non rende tranquilli, specialmente quando perni come Wright si incaponiscono in soluzioni personali che danno ben pochi frutti. La Dolomiti Energia è imprecisa al tiro, ma un superlativo Pascolo (dominatore anche sotto le plance con 13 rimbalzi) evita che i francesi prendano il largo: a fine primo quarto è +1 Strasburgo, 35-36. A inizio ripresa però la musica cambia: l'mvp Duport (20) e un Collins in serata di grazia (20) trascinano i transalpini, che al 26' volano sul +11 (47-58).

Il clima al PalaTrento si fa cupo, gli ospiti continuano a spingere forte e all'inizio del quarto periodo raggiungono addirittura il +19, massimo vantaggio. Ma Trento è dura a morire e trova un parziale di 18-5 che a 56" dalla sirena la riporta sul fatidico -6 (73-79) che significherebbe supplementare. Il finale però è crudele per l'Aquila: Weems fa 1/2 dalla lunetta ma sul suo errore Fofana va di tap-in e riporta il vantaggio a nove punti. Trento torna a -7 ma dall'altra parte Duport inventa una tripla pazzesca per la nuova doppia cifra di gap: 75-85. Una bomba di Wright riaccende le speranze, Beaubois fa 1/2 dalla lunetta ma per Trento ci sono solo 3" per inventare un canestro, senza timeout: il tiro della disperazione è corto, in finale ci va Strasburgo.

TAGS:
Basket
Eurocup
TrentoStrasburgo