Basket, Nba: Irving e la promessa di fedeltà ai Boston Celtics

Kyrie rifirmerà con l'attuale squadra: "Se mi vorrete ancora..."

di
  • A
  • A
  • A

Una splendida notizia per i tifosi dei Celtics, una pessima novità per il resto della NBA. Kyrie Irving ha deciso di restare a Boston anche al termine di questa stagione. Poco importa se scadrà il suo contratto. L'annuncio è arrivato direttamente al TD Garden, al centro del campo, dal giocatore stesso. Una dichiarazione che ha mandato in delirio tutti quei tifosi accorsi al palazzetto per assistere a un evento speciale con la presenza di alcun campioni in bianco verde.

La guardia dei Celtics, 26 anni, sta per entrare nell'ultimo dei cinque anni di contratto da 94 milioni di dollari firmato a Cleveland nel 2015, prima del suo trasferimento nel Massachussets avvenuto l'estate scorsa. Al suo primo anno con la nuova maglia non ha potuto contribuire come avrebbe voluto durante la corsa nei play off a causa di un infortunio al ginocchio e il cammino di Boston si è fermato alla finale di Conference proprio contro i Cavs di Lebron James. Ora il Re è partito verso Los Angeles e la costa Est sembra poter diventare un podere di proprietà Celtics soprattutto col ritorno di Irving e il rientro di Gordon Hayward. L'intenzione dei due è creare una nuova dinastia.

L'ultimo titolo è datato 2008, grazie ai big three Kevin Garnett, Paul Pierce Ray Allen, ma la dirigenza è riuscita a ricostruire una squadra solida e molto giovane con la presenza di Jayson Tatum, Jaylen Brown e Marcus Smart. Un progetto destinato a durare, ma anche pronto a vincere subito. Con Kyrie, ovviamente.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments