Atletica, Pistorius cambia carcere

Nuova struttura più adatta alla condizione di disabile dell'ex campione paralimpico

  • A
  • A
  • A

Oscar Pistorius, che sta scontando una pena di 6 anni per l'uccisione della fidanzata Reeva Steenkamp, avvenuta la notte del 14 febbraio 2013, è stato trasferito dal carcere centrale di Pretoria a una struttura più piccola, a Atteridgeville, che può ospitare un massimo di 6 persone e più idonea alla sua condizione di disabile. "Prima non poteva partecipare ai programmi di riabilitazione" ha spiegato il portavoce del sistema carcerario sudafricano.

Il motivo del cambio di carcere è stato spiegato da Singabakho Nxumalo, portavoce del sistema carcerario sudafricano. "La sua nuova prigione è concepita per persone con bisogni specifici — ha spiegato all'agenzia Afp —. È stata completamente rifatta, ad esempio è stata installata una vasca. Prima Pistorius era detenuto nell'infermeria della prigione e non poteva partecipare ai programmi di riabilitazione".

Dopo aver trascorso un periodo agli arresti domiciliari, Pistorius è finito dietro le sbarre dal luglio 2016, quando è stato condannato in appello a 6 anni di prigione (uno in più rispetto al primo grado di giudizio), per l'omicidio della fidanzata avvenuto la notte del 14 febbraio 2013 nella sua villa a Pretoria.. L'ex campione paralimpico potrà godere della messa in libertà anticipata nel luglio 2019, dopo aver scontato metà della pena.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments