LA NASCAR ENTRA NEL VIVO

All'ottava tappa del campionato NASCAR Chase Eliott fa finalmente centro

Ottavo appuntamento della serie più popolare negli USA e primo successo per uno dei favoriti al titolo

di
  • A
  • A
  • A

Di nome fa Chase. Chase come caccia. E di una vera e propria caccia al suo primo successo stagionale nella NASCAR Chase Elliott è stato protagonista nel secondo appuntamento della "back-to-back" di Charlotte, una 500 Miglia che lancia il 24enne pilota dell'Hendrick Motorsports nelle posizioni che contano della cassifica, pronto a lottare per il titolo nel campionato che, prima di tutti gli altri, è tornato in pista sfidando la pandemia.

Aveva dimostrato di essere il pilota più in forma alla ripresa del campionato NASCAR dopo il lockdown, ma Chase Eliott non era fin qui riuscito a mettere a frutto il suo buon momento, prima a causa di un incidente a Darlington e poi per un errore di strategia del suo team (Hendrick Motorsports) nella 600 Miglia di Charlotte, classico appuntamento della serie, secondo per importanza solo alla Daytona 500. La riscossa del giovane pilota della Georgia è però arrivata nella seconda delle due gare di Charlotte: una 500 Miglia, in questo caso. Anzi una ... 500 chilometri (312 miglia), visto che il passaggio della tempesta tropicale Bertha, dopo aver provocato un rinvio delle "operazioni" di ventiquattro ore, ha comunque imposto una sospensione ed una riduzione della distanza anche al secondo tentativo. Elliott ha compiuto la mossa decisiva nel finale (giro 181 di 208), superando il leader Kevin Harvick, che non ha praticamente potuto opporre resistenza. La Ford numero 4 Stewart-Haas era infatti assettata per esprimere il massimo del proprio potenziale su sezioni di gara "full" gas di una trentina di giri al massimo tra un pit stop e l'altro ... ma la mancanza di neutralizzazioni nella fase decisiva della gara ha vanificato la strategia, impedendo ad Harvick di lottare con Elliott e facendolo poi precipitare fino alla decima piazza finale.

Elliott ha così centrato la sua settima affermazione (la prima a Charlotte) davanti a Denny Hamlin (vincitore a metà febbraio della Daytona 500 che ha aperto il campionato), con Ryan Blaney terzo a chiudere il podio. Nonostante il finale di gara al rallentatore, al limite della top ten, Harvick salva la leadership della classifica generale davanti al campione NASCAR 2018 Joey Logano (Team Penske, sesto al traguardo di Charlotte) mentre Chase Elliott risale fino alla teza posizione scavalcando il compagno di squadra Alex Bowman. Si torna subito in pista a Bristol per la nona tappa (una 500 Miglia) di un campionato che prosegue senza respiro fino a novembre ...!

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments