SportMediaset

Juve, Allegri: "La gara col Bologna vale un pezzo di scudetto"

Il tecnico bianconero: "Dybala potrebbe riposare. Cuadrado e Bonucci stanno bene"

Tempo reale

La Champions non mette pressione ad Allegri, che chiede alla Juve di restare concentrata sul campionato. "Non pensiamo al Bayern. La partita di Bologna è fondamentale, vale un pezzo di scudetto - ha spiegato -. Possiamo andare a +4 dal Napoli, che lunedì gioca col Milan". Poi sugli infortunati: "Cuadrado e Bonucci stanno bene, Alex Sandro e Chiellini vanno valutati per martedì. Sabato Mandzukic rientra". Sulla formazione: "Dybala potrebbe riposare"

LE PAROLE DI ALLEGRI

L'impegno col Bayern peserà a Bologna?
"Il Bayern non pesa assolutamente, anche perché l'impegno è martedì e non dobbiamo assolutamente pensare a quella partita, ci penseremo da sabato mattina. Domani è strano, oggi è giovedì, non si capisce che giorni sono"

Ostacolo Bologna
"La partita di Bologna è una partita fondamentale per noi, è una di quelle partite che valgono un pezzo di Scudetto., perché i consentirebbe di andare a +4 sul Napoli e aspettare la partita del Napoli che gioca lunedì contro il Milan. Quindi è una partita che va giocata con testa, con tecnica, perchè il Bologna è una squadra che sta facendo molto bene, ha battuto il Napoli, ha vinto a Milano con il Milan, ha battuto la Sampdoria, dopo 20 minuti vinceva con la Lazio 2-0, è una squadra che ha buona tecnica, è ben organizzata. Donadoni sta facendo veramente un gran lavoro".

Bollettino medico
"Cuadrado sta bene. Alex Sandro non ha lesioni, ma va valutato giorno dopo giorno e non è detto che martedì non sia pronto. Bonucci è a disposizione e se sta bene giocherà, Khedira invece va gestito bene in allenamento e in partita. Mandzukic sarà a disposizione da sabato. Per quanto riguarda Chiellini, invece, valuteremo più avanti e vederemo se martedì sarà pronto. Non vogliamo rischiare di avere un giocatore per una partita e perderlo per 10. E noi dobbiamo arrivare in fondo nelle migliori condizioni, quindi non è che la partita con il Bayern è la partita della stagione, è una partita importante, ma poi avremo anche il ritorno, e avremo soprattutto anche le 12 partite di campionato e ancora una partita di Coppa Italia. "

La quota scudetto
"A questo punto, viste le vittorie che abbiamo fatto, la quota per vincere il titolo si è alzata di due punti almeno" 

Rugani con chi gioca meglio?
"Può giocare insieme sia a Bonucci, che a Barzagli. Bonucci ha più giocate da centrocampista e sa impostare da dietro. Barzagli comunque sta bene, ho diverse opzioni e i giocatori hanno tempo per recuperare". 

Pereyra
"Non ha 90' nelle gambe perché è tanto che non gioca, ma può essere un cambio importante. Potrebbe anche partire dall'inizio al posto di Cuadrado o Padoin".

Lemina
"Lemina ha avuto un problema di mezza influenza in questi due giorni, oggi valuteremo se è a disposizione o no. Il ginocchio è a posto. E' un ginocchio dove ogni tanto gli salta fuori un po' di dolore e di infiammazione, quindi anche lui è sempre stato gestito".

Zaza titolare col Bologna?
"Dybala è quello che ha giocato molto di più, più di tutti, con grande dispendio di energie. Ha avuto questi 2-3 giorni di recupero, ieri ha fatto un bell'allenamento, non è detto che parta titolare Dybala, può darsi che parta con Morata e Zaza, per avere un cambio in panchina importante. Zaza non è che si è conquistato il posto da titolare perchè ha fatto gol, ha fatto un gol molto importante, però Zaza lo considero un titolare come gli altri tre. Fino a questo momento ha fatto bene, poi devo fare delle scelte e qualcuno sta fuori".

Il Napoli col fiato sul collo

"In questo momento non c'è da gestire, domani è una partita dove noi abbiamo l'obbligo di prendere i tre punti perchè sarebbero tre punti importanti per la classifica e una vittoria in meno da fare da qui alla fine del campionato. Abbiamo il Napoli a un punto, il Napoli non mollerà di un centimetro. Siamo passati avanti; mentre prima rincorrevamo, quindi l'obiettivo era raggiungere il Napoli e superarlo, ora è quello di mantenere o migliorare la classifica rispetto a quella che è ora".

Infortuni e rischi
"

L'anno scorso il rischio me lo sono preso, quando si è fatto male Pogba... ci sono infortuni e infortuni.... l'anno scorso si è fatto male Pogba a Dortmund e lo sapevo anch'io che aveva grandi possibilità di andare incontro a infortuni, ma era una partita decisiva da dentro o fuori. E in questo momento la situazione è sotto controllo. Poi si può parlare di più infortuni, meno infortuni, alla fine c'è un dato di fatto: che la Juventus è prima in campionato, è agli ottavi di Champions e manca un pezzo per arrivare in finale di Coppa Italia. Poi se gioca uno o gioca un altro... è normale che piacerebbe averli anche a me tutti a disposizione, ma è praticamente impossibile. Capiterà due settimane l'anno di avere tutta la rosa a disposizione o il primo giorno di ritiro. E a volte neanche quello perchè magari tornano, quello ha giocato a calcetto o a tennis e gli è venuta un'in
fiammazione al tendine. Quindi neanche quel giorno lì".


Martedì il Bayern

"E' presto per parlarne, ma comunque se ci qualificheremo, succederà a Monaco. Allo Stadium ci sarà il primo di un doppio confronto"


TAGS:
BolognaJuventus
Allegri