Lega di B: "No alle seconde squadre, blocchiamo il campionato"

Il varo della norma che prevede le seconde squadre dei club di A impegnate in Lega Pro scatena la protesta,e le minacce, del torneo cadetto

Mauro Balata, presidente lega serie B

La Lega di serie B dice no alla riforma delle seconde squadre così come varata dal commissario Figc Roberto Fabbricini, "con la possibilità di promozione in B dalla C" e senza consultare la Lega, e si riserva clamorose iniziative di protesta per "contrastare questo provvedimento". Si va dal blocco del prossimo campionato al ritardo di play off e play out del torneo di quest'anno.

Il presidente della Lega B Mauro Balata riunito il Comitato esecutivo e sentito il Consiglio direttivo, in seguito alla pubblicazione del Comunicato ufficiale n. 42 del Commissario straordinario della Figc con il quale si delibera l'introduzione delle seconde squadre in Serie C e la relativa possibilità di promozione in Serie B, "contesta con forza il contenuto ed il percorso seguito dalla Federazione - è scritto in una nota della Lega di B - 'caratterizzato da una totale assenza di confronto e condivisione, oltre che dannoso per la natura e la specificità della Serie B di valorizzazione dei giovani, territorialità dei club e competitività e regolarita' del torneo. Con gravissimi danni economici per i club e di interesse per i tifosi". "D'accordo con le società - prosegue la nota - si è deciso di convocare al più presto un'Assemblea straordinaria al fine di adottare iniziative finalizzate a richiedere la revoca e/o modifica del provvedimento. Gli organi della Lega B sono in ogni caso mobilitati in sede permanente per adottare ogni iniziativa ritenuta utile per contrastare tale provvedimento anche relativamente ai playoff ed ai playout della corrente stagione sportiva e al blocco del campionato della prossima".

TAGS:
Calcio
Serie b

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X