Scandalo doping, la Iaaf non fa sconti: niente Rio 2016 per gli atleti russi

La Isinbayeva tuona: "E' una violazione dei diritti dell'uomo"

Isinbayeva, Foto LaPresse

Gli atleti russi non parteciperanno a Rio 2016. Lo ha deciso la Iaaf, confermando la sospensione imposta a novembre alla Federatletica russa per lo scandalo doping che ha travolto numerosi atleti della Araf, risultati positivi ai controlli della Wada. Immediata la reazione russa. "E' una violazione dei diritti dell'uomo", ha tuonato Ielena Isinbayeva, campionessa di salto con l'asta. "Reagiremo", ha detto invece Vitali Mutko.

La notizia, attesa, arriva a meno di due mesi dall'inizio delle Olimpiadi. A meno di clamorosi dietrofront dell'ultimo minuto, la Russia non parteciperà ai Giochi. Una decisione che ha subito provocato la dura reazione delle autorità moscovite. "La squalifica della federazione russa di atletica leggera era aspettata, lo si poteva prevedere - ha dichiarato il il ministro dello Sport russo, Vitali Mutko, commentando la decisione della Iaaf -. Ma noi reagiremo". Una ferma presa di posizione che fa il paio con il duro commento della Isinbayeva, che si è subito scagliata contro l'eslusione delal squadra russa da Rio 2016, annunciato addirittura l'intenzione di presentare un ricorso alla Corte per i diritto dell'Uomo.

PUTIN: "DECISIONE INGIUSTA"

Vladimir Putin ha condannato la decisione della Iaaf di escludere l'atletica leggera russa dai Giochi di Rio, affermando che è "ingiusta". Il presidente russo, parlando questa sera con i media stranieri, ha sottolineato che la Iaaf ha inflitto una punizione "collettiva" che ha colpito gli atleti puliti. "È ingiusto e iniquo. Ci sono principi di diritto universalmente riconosciuti e uno di questi è che la responsabilità dovrebbe essere sempre personificata". Lo ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin commentando la decisione della Iaaf (la Federazione Internazionale di atletica) di escludere gli atleti russi di atletica dalle Olimpiadi di Rio con l'accusa di "doping di Stato". "Se alcuni membri della vostra famiglia hanno commesso un crimine, sarebbe giusto ritenere tutti i membri della famiglia responsabili, compresi voi? Non è così che si fa", ha dichiarato Putin.

TAGS:
Rio 2016
Olimpiadi
Giochi
Doping
Iaaf
Russia