Us Open: Fognini esulta, fuori Travaglia e Cecchinato

Eliminato Mmoh, ma costano caro il forfait contro Hurkacz e la rimonta di Benneteau

  • A
  • A
  • A

In un match dai mille volti riesce ad avere la meglio Fabio Fognini, che nel primo turno degli Us Open supera la wild card Michael Mmoh 3-1 (4-6, 6-2, 6-4, 7-6). Esce subito Stefano Travaglia, costretto al forfait contro Hurkacz quando il polacco era in vantaggio 2-1 (2-6, 6-2, 6-7, 0-3). Cade anche Marco Cecchinato, che subisce la rimonta di Julien Benneteau dal vantaggio iniziale fino al 3-1 (2-6, 7-6, 6-3, 6-4).

Fabio Fognini regala una sfida emozionante e in bilico fino alla fine nel primo turno degli Us Open. Contro la wild card Mmoh l'azzurro cade 6-4 nel primo set subendo il break decisivo nell'ultimo gioco. Da quel momento in poi però Fognini ingrana la marcia giusta e riesce sia a raggiungere che a superare lo statunitense chiudendo i successivi due set sul 6-2, 6-4. L'azzurro domina nel secondo, la spunta di un break nel terzo e dà vita a una lotta serratissima nel quarto: bisogna arrivare ai vantaggi per il 7-6 che mette il punto esclamativo sul passaggio del turno di Fognini. Questa volta non riesce l'impresa a Stefano Travaglia, l'azzurro si ferma al primo turno del tabellone dopo aver affrontato tre match di qualificazione al torneo. Non manca la grinta, ma la fortuna sì e Travaglia è costretto al forfait dopo 2h37m di partita e dopo uno splendido secondo set. Nel primo Hurkacz era stato impeccabile, con due break che avevano condotto al 6-2 in mezz'ora esatta. Poi la reazione dell'azzurro che risponde con lo stesso identico punteggio per riportare in equilibrio il risultato. Nel terzo set la lotta infinita, con il polacco che riesce ad avere la maglio ai vantaggi sul 7-6 contro un Travaglia che inizia a dare segni di cedimento. Nel quarto set i problemi fisici diventano troppo invadenti per l'azzurro e Hurkacz passa il turno. Marco Cecchinato ci crede e dimostra di avere tutte le carte in regola per poterlo fare. La rimonta di Benneteau però è indiavolata e per l'azzurro non c'è nulla da fare. Bene il primo set, chiuso agilmente sul 6-2 con poca opposizione da parte del francese. Il copione cambia subito dopo, quando il punteggio complessivo torna in parità in un 7-6 chiuso ai vantaggi in favore di Benneteau in più di un'ora di gioco. Dopo Cecchinato sembra accusare il colpo e cade prima 6-3, poi 6-4 regalando due singoli ma fatali break.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments