TENNIS

Tennis, Roland Garros: ottimo debutto di Berrettini, tutto facile per Djokovic

Il numero 8 al mondo s'impone 6-3, 6-1, 6-3 contro Pospisil. Avanza anche Nole, che supera in scioltezza lo svedese Ymer. Tsitsipas passa col fiatone, tra le donne bene Pliskova

  • A
  • A
  • A

Matteo Berrettini accede agevolmente al secondo turno del Roland Garros. Al numero 8 al mondo bastano 110 minuti per avere la meglio contro il canadese Vasek Pospisil: finisce 6-3, 6-1, 6-3. Avanza con relativa facilità anche Novak Djokovic, che supera Mikael Ymer lasciandogli solo 5 giochi. Soffre invece Tsitsipas, che rimonta due set a Munar. Nel tabellone femminile avanza Karolina Pliskova, reduce dal ritiro in finale a Roma.

Matteo Berrettini è il primo vincitore in ambito maschile di questa giornata del Roland Garros. Vasek Pospisil non può fare proprio niente contro il numero 8 al mondo, che comincia nel migliore dei modi il torneo francese, chiudendo il proprio debutto in tre set e in meno di due ore di gioco, per un 6-3, 6-1, 6-3 che non concede appelli.

Nessun patema in avvio di match per il romano, che si dimostra maturo, cinico e spietato. Berrettini conquista infatti il primo set a suon di break nel finale dopo un inizio equilibrato, mentre nel secondo parziale approfitta dell’assenza ingiustificata di Popsisil, il quale si risveglia solamente nel sesto gioco, quando ormai è troppo tardi. 6-1, quindi, in favore di Matteo, che manca un paio di palle break in apertura della terza frazione, ma dà comunque l’impressione di essere costantemente in controllo del match e, complice un Pospisil sprecone e molto falloso nel finale dell’incontro, incassa il set e il match. Prestazione più che positiva da parte di Berrettini e che fa ben sperare per il prosieguo del torneo. Il suo prossimo avversario sarà il sudafricano Lloyd Harris, capace di imporsi anche lui in tre set contro l’australiano Alexei Popyrin.
 

TABELLONE MASCHILE
Se Berrettini ha vinto comodamente il suo match, è meno fortunato, ma comunque da apprezzare, l’altro italiano impegnato nella giornata parigina, Gianluca Mager. Il sanremese, all’esordio in assoluto al Roland Garros, si difende con i denti ma cede alla distanza contro il serbo Dusan Lajovic (testa di serie numero 22), che la spunta con il punteggio di 6-4, 7-6(4), 4-6, 6-1.

Gli occhi di tutti gli appassionati di tennis, però, sono puntati sul match del numero 1 al mondo Novak Djokovic. Per il vincitore degli Internazionali di Roma la partita contro lo svedese Mikael Ymer è una pura formalità: finisce 6-0, 6-2, 6-3 in un’ora e 39 minuti. Ad attendere Nole, nel secondo turno, il lituano Ricardas Berankis, (numero 66 Atp), giustiziere nel primo turno di Hugo Dellien (6-1, 6-4, 6-4). Chi rischia moltissimo, tra i big, è invece Stefanos Tsitsipas: il greco, testa di serie numero 5, soffre moltissimo contro Jaume Munar e perde i primi due set 4-6, 2-6, prima di ritrovare i suoi colpi migliori e conquistare le tre frazioni successive per 6-1, 6-4, 6-4. Nel prossimo turno se la vedrà con Pablo Cuevas, vincitore contro Henri Laaksonen (6-1, 2-6, 6-4, 6-2).

Come Tsitsipas, anche Andrey Rublev (13) perde i primi due set contro un indomito Sam Querrey, ma anche il russo si ritrova e la porta a casa 6-7(5), 6-7(4), 7-5, 6-4, 6-3. Roberto Bautista Agut soffre invece poco contro l’ex top-10 Richard Gasquet: dopo il 7-6(5) del primo set, lo spagnolo prende le misure al match e lo chuide vincendo le altre due frazioni per 6-1, 6-1. Adesso se la vedrà con Attila Balazs, giustiziere in tre set (6-2, 6-3, 7-5) di Yasutaka Uchiyama. Passa al secondo turno anche Denis Shapovalov (11): il canadese, contro una vecchia volpe come Gilles Simon, vince 6-2, 7-5, 5-7, 6-3, faticando però non poco nei set centrali. Lo attende ora il match contro Roberto Carballes Baena, vincitore senza affanni (6-1, 6-1, 6-0) contro Stevie Johnson.

Tra le altre teste di serie impegnate in una giornata che ha subito, nel pomeriggio, l’ormai solita interruzione per pioggia, merita menzione la vittoria del cileno Christian Garin (19) contro Philipp Kolschreiber, con il punteggio finale di 6-4, 4-6, 6-1, 6-4. Il suo avversario sarà il sorprendente australiano Marc Polmans: entrato nel tabellone come ‘lucky loser’, il numero 122 Atp riesce a superare un top-40 del livello di Ugo Humbert, vincendo 6-2, 6-2, 3-6, 6-3. Un risultato poco pronosticabile così come l’altra sorpresa di giornata, la vittoria di Thiago Monteiro in tre set (7-5, 6-4, 6-2) su Nikoloz Basilashvili (31). Il brasiliano affronterà Marcos Giron, che in una battaglia durata quattro ore e mezzo supera Quentin Halys 7-5, 3-6, 6-7(5), 7-5, 8-6. Avanza infine il bulgaro Grigor Dimitrov (18), che sconfigge 6-3, 6-2, 6-2 Gregoire Barrere.

TABELLONE FEMMINILE
Nessuna italiana in campo nella giornata di martedì nella capitale francese. C’era attesa per l’esordio nel torneo 2020 di Karolina Pliskova, reduce dal ritiro in finale a Roma: la ceca soffre nel primo set contro l’egiziana Mayar Sherif, perdendo 6-7(9), ma rimonta nelle due frazioni successive chiudendole 6-2, 6-4. Nel prossimo turno affronterà Jelena Ostapenko, vincitrice contro Madison Brengle per 6-2, 6-1. Fra le altre big, non tradisce Sofia Kenin (4), che batte Liudmila Samsonova 6-4, 3-6, 6-3 e si prepara ad affrontare Ana Bogdan (che supera Timea Babos 6-4, 6-2). Passa il turno anche la bielorussa Aryna Sabalenka (8), che sconfigge Jessica Pegula 6-3, 6-1 e nella prossima partita se la vedrà con Daria Kasatkina, giustiziera di Harmony Tan con il punteggio di 6-2, 6-1.

Non mancano invece le sorprese nei match che riguardano le altre teste di serie, con eliminazioni a dir poco inattese: Alison Riske (19) si fa superare da Julia Görges 6-3, 6-7(4), 6-1, Jennifer Brady (21) perde contro la danese Clara Tauson, proveniente dalle qualificazioni, 6-4, 3-6, 9-7, e Donna Vekic (26) viene eliminata da Irina Maria Bara, che vince 6-3, 6-4. Non tradiscono, invece, Petra Martic (13), che batte Misaki Doi 7-6(2), 7-5, Elena Rybakina (14), che supera Sorana Cirstea 6-0, 6-3, Sloane Stephens (29) che sconfigge Vitalia Diatchenko 6-2, 6-2 e Ons Jabeur, che ha la meglio su Zarina Diyas per 4-6, 6-3, 6-1.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments