CHE IMPRESA

Tennis, Australian Open: Berrettini vola in semifinale in cinque set

Sudatissimo il match contro Monfils, ma alla fine il romano s’impone 6-4, 6-4, 3-6, 3-6, 6-2. Ora c’è Nadal

  • A
  • A
  • A

Prima semifinale per Matteo Berrettini agli Australian Open: 6-4, 6-4, 3-6, 3-6, 6-2 contro Gaël Monfils. Il primo set va al romano, che cancella un break-point con il primo di due ace consecutivi. Nel secondo parziale il numero 7 al mondo vince un game da 20 minuti nel quale annulla tre palle break, per poi strapparlo nel settimo gioco. Il francese pareggia i conti, ma subisce il gran ritorno di Berrettini nel quinto set. Adesso tocca a Rafa Nadal.

Il primo italiano - Matteo Berrettini è il primo italiano a raggiungere le semifinali degli Australian Open. Ha dato tutto Monfils, ma non è bastato di fronte ad un monumentale Berrettini: l’azzurro con una testa da autentico campione ha invertito l’inerzia della partita, giocando un quinto set di cuore ed orgoglio. E così, come agli Australian Open di tre anni fa, in semifinale affronterà Nadal. E fu proprio a Flushing Meadows 2019 che Berrettini sconfisse Monfils sempre in cinque set; laddove cominciò la storia meravigliosa di questo ragazzo.

 

Partenza forte - Berrettini parte subito forte: piazza un break a 0 nel quinto gioco con un parziale di 11 punti consecutivi che disorienta l’avversario. Servendo sul 5-4, il romano salva la prima palla break concessa, si guadagna il set point con un ace di seconda e chiude 6-4 in 35 minuti. Il secondo parziale è una battaglia di nervi: in apertura il francese è costretto a salvare 3 palle break, mentre il quarto game, sul servizio Berrettini, è pazzesco: l’azzurro cancella tre tentativi di break del 35enne di Parigi e solo alla nona palla game può lasciarsi andare in un urlo liberatorio. Monfils cede poi il servizio nel settimo gioco e Matteo può di nuovo premere l'acceleratore: 6-4 in un’ora.

 

Il calo poi il trionfo - Nel terzo parziale arriva un calo fisiologico dell’italiano: break nel sesto gioco di Monfils e partita riaperta: 6-3. L’inerzia cambia: la testa di serie n° 17 ha il pallino del gioco e Matteo è fermo sulle gambe. Di nuovo break francese; questa volta nel quinto game del quarto set. Dopo 7 parità, e oltre 3 ore di gioco, Berrettini cede per la terza volta nel match il servizio: si va al quinto, e decisivo, set. Matteo però si rialza e, in apertura di parziale, sorprende Monfils: break di importanza mastodontica. Le certezze del francese si sgretolano punto dopo punto: arriva un altro break. Berrettini sale sul 4-0, per poi chiuderla sul 6-2 e alzare le braccia al cielo. È l’ora della rivincita contro Nadal.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti