L'ANALISI

Aus Open, Sinner vede positivo: "Ho capito quanto mi manca ai migliori"

"Tsitsipas ha giocato meglio di me, non riuscivo a generare la potenza che volevo. Chi entrerà nel mio team? Io lo so..."

  • A
  • A
  • A

Dopo la dura sconfitta contro Tsitsipas agli Australian Open, Jannik Sinner vede il bicchiere mezzo pieno e tira dritto. "E' una sconfitta che mi fa capire quanto manca dai migliori - ha spiegato l'azzurro alla fine del match -. Avrei potuto fare tante cose meglio, dal servizio alla risposta. Devo migliorare in generale". "Questo sarà il mio obiettivo stagionale - ha aggiunto -. Devo trovare una soluzione in questo genere di partite".

Getty Images

Vedi anche Tennis, Australian Open: un Sinner mai in partita esce ai quarti Tennis Tennis, Australian Open: un Sinner mai in partita esce ai quarti

"Tsitsipas ha giocato meglio di me, non riuscivo a generare la potenza che volevo - ha proseguito Sinner analizzando la partita -. Provavo a muoverlo, ma stavo un po' troppo lontano dal campo, anche perché lui ha giocato benissimo". Ad ogni modo il bilancio di Jannik agli Australian Open è decisamente positivo. "Fare quarti di finale è positivo, ma c'è tantissimo da lavorare - ha spiegato -. Tanti lati buoni, ma tanti aspetti da migliorare per fare un ulteriore step. Per certi versi sono contento di avere ancora tanti margini". 

"Questo comunque è un risultato positivo in vista della stagione - ha sottolineato ancora Sinner -. Ho iniziato bene, adesso mi prenderò del tempo libero e poi tornerò in campo. Il mio mindset sarà positivo". Infine una battuta sulle voci che danno molto vicino John McEnroe al suo staff tecnico: "Il nome di chi entrerà nel mio team ancora non si può dire. Poi lo vedrete, io so già chi è".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti