Superbike, a Imola Davies guida un tridente italiano nelle libere 1

Ducati, MV Agusta e Aprilia in prima fila con Camier e Savadori. Solo quarto Rea

Tripletta di moto italiane al termine della prima sessione di prove libere della Superbike a Imola. Il più veloce è stato Chaz Davies, che ha portato la Ducati davanti a tutti con il tampo di 1'47"517. Alle sue spalle la sorprendente MV Agusta di Camier, secondo a 0"426, e l'Aprilia di Savadori, terzo. Quarto il leader del campionato, Rea (Kawasaki), che ha beffato Giugliano. Solo ottavo Sykes, preceduto anche da Guintoli (Yamaha) e Baiocco.

Inizia nel migliore dei modi, dunque, il primo round italiano della stagione. E se vedere la Ducati davanti a tutti non è certo una sorpresa, colpisce il fatto che alle sue spalle ci siano due moto competitive, ma finora rimaste nell'ombra come MV Agusta e Aprilia. A dire il vero la F4 nella mani di Camier si era già fatta notare in qualche turno, ma poi in gara aveva fatto più fatica. Rivedere la RSV4 in zona podio, invece, fa ben sperare, perché conferma che nonostante il disimpegno di Noale, il mezzo c'è, eccome. Merito anche di un Lorenzo Savadori sempre più protagonista. Nonostante sventoli il tricolore sul Santerno, l'uomo da battere resta Jonathan Rea, sornione, ma capace di mantenere a tiro i suoi avversari. Rialza la testa Davide Giugliano, mentre Sykes parte con il piede sbagliato e fatica più del previsto. In difficoltà anche le Honda, solo dodicesima e tredicesima con van der Mark e Hayden. Quanto a de Angelis, in pista dopo l'ok dei medici in seguito all'operazione alla mano, il sammarinese chiude 17°, ma con la speranza di poter imitare il suo compagno di box Savadori. Da segnalare che la sessione è stata interrotta per oltre venti minuti dall'esposizione della bandiera rossa a causa di olio in pista a metà turno.

TAGS:
Superbike
Imola
Rea
Sykes
Kawasaki
Ducati
Giugliano
Savadori
Aprilia
Ducati

Argomenti Correlati