Sci, Gigante di Plan de Corones: Shiffrin extraterrestre conquista l'Erta, Bassino terza

La statunitense rifila 1.21 a Worley e vola in testa alla Coppa del Mondo di specialità. Bassino terza a 1.57

  • A
  • A
  • A

Mikaela Shiffrin vince il suo secondo Gigante stagionale a Plan de Corones, e lo fa in grande, nel suo stile: “Her Majesty” rifila 1.21 a Tessa Worley. Per l'americana è il decimo successo nella Coppa del Mondo 2019, il 53esimo in assoluto in carriera. Tra le italiane, grande seconda manche di Marta Bassino che sale sul terzo gradino del podio. Sesta Federica Brignone che perde il pettorale rosso di leader delle classifica di specialità.

Ërta, in ladino, è un aggettivo che si traduce in “scoscesa”. Ripida. A Plan de Corones, dove si intendono di sci, non hanno esitato a chiamare in questo modo una delle “piste nere”. Nera per la difficoltà (61% di pendenza massima, 405 metri di dislivello), non per Mikaela Shiffrin, che stravince lo slalom gigante femminile, quinta delle otto prove stagionali tra le porte larghe della Coppa del Mondo di specialità.

Dopo aver fatto il vuoto nella prima manche, conclusa con 1.39 su Tessa Worley, 1.42 su Petra Vlhova e 1.47 su Marta Bassino, la detentrice della Coppa del Mondo deve solo gestire il vantaggio sulla francese, diminuito di solo 18 centesimi. Sotto gli occhi della “padrona di casa” Manuela Moelgg, Marta Bassino realizza una strepitosa seconda manche con la quale fa esplodere il pubblico: trema tutta Plan de Corones quando l'azzurra si mette dietro di sette decimi Viktoria Rebensburg (quinta). Nemmeno Petra Vlhova (quarta) può impensierirla per il podio: la piemontese è terza e ripete il risultato del 2017. Delude invece Federica Brignone, che paga un errore nella parte alta della pista, chiude sesta e deve cedere il primato nella Coppa del Mondo di specialità a Shiffrin, adesso a 355 punti (+45 sull'italiana, scavalcata anche da Worley). Al settimo posto una buona Meta Hrovat, che si affaccia per la prima volta in stagione nella top 8, così come Ricarda Haaser (ottava). Tra le big, fuori in seconda manche la norvegese Mowinckel.

Per quanto riguarda le altre italiane, Federica Marsaglia chiude quattordicesima. Da sottolineare anche la prova di Karoline Pichler, sedicesima. Sono andate fuori in prima manche Laura Pirovano (36esima), Luisa Bertani (37esima), Lara Della Mea (45esima), Elisa Platino (50esima) e Roberta Melesi, che non ha terminato la prova.

Per la Shiffrin è la vittoria numero 53 in Coppa del Mondo. La 23enne è a -2 successi dalla svizzera Vreni Schneider. Ma non c'è da dubitare che il sorpasso sia solo questione di giorni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments