Sci: capolavoro Shiffrin in Super G, la Vonn saluta Cortina senza acuti

Mikaela è semplicemente perfetta, Lindsey esce di scena. Brignone undicesima

  • A
  • A
  • A

Mikaela Shiffrin continua il suo anno d'oro e si aggiudica il difficilissimo Super G di Cortina, battendo tutte le avversarie sul tracciato dell'Olimpia delle Tofane e approfittando dell'uscita di moltissime favorite, da Ramona Siebenhofer a Ilka Stuhec. Out anche Lindsey Vonn, male le italiane. Dietro Shiffrin, all'undicesimo successo in questa stagione, arrivano Tina Weirather e la sorprendente austriaca Tamara Tippler.  

L'Olimpia delle Tofane non fa sconti a nessuno. Tranne a Mikaela Shiffrin, che pure non aveva mai vinto su questa pista e lo fa nel suo anno d'oro. La statunitense centra infatti il suo successo numero 54 in carriera, di cui ben undici sono arrivate in questa stagione. Il suo trionfo è reso ancora più squillante dai moltissimi errori compiuti dalle colleghe in pista, incluse svariate big. A completare il podio sono quindi Tina Weirather dal Liechtenstein e l'austriaca Tamara Tippler, autrice di un vero e proprio exploit. Quello che purtroppo è mancato alle sciatrici azzurre, tutte fuori dalla Top 10.

Sono però davvero tante le favorite che sbagliano nel corso del difficilissimo supergigante femminile di Cortina. A partire da Ramona Siebenhofer, vincitrice nelle due discese dei giorni scorsi e finita fuori. Ma l'austriaca non è certo sola: oltre a lei escono anche la slovena Ilka Stuhec (che nella parte alta stava dominando) e Lara Gut, tutte e due vittime della stessa porta. Lunga anche Lindsey Vonn, che a Cortina mostra una discreta velocità ma problemi di mobilità per nulla superati. E così al Rumerlo la statunitense taglia il tracciato, prendendo anche una discreta botta (senza conseguenze) contro il paletto. Eliminata, poi, anche Michelle Gisin. Arriva invece al traguardo Nicole Schmidhofer, ma una prova tutt'altro che memorabile nella parte piana la relega al tredicesimo posto.

Fa meglio di lei quindi Federica Brignone, che però non va oltre l'undicesimo posto: vicinissima alla Weirather dopo il secondo settore (solo 0.18 di ritardo), il calo nella parte finale costa la Top 10 alla azzurra. Ancora peggio va a Nadia Fanchini, mai competitiva nella sua prova e poi precipitata dopo la grande curva: per lei solo il 27° posto, dietro anche a Elena Curtoni (quattordicesima) e Francesca Marsaglia (diciassettesima). Ancora più staccate Marta Bassino e Nadia Delago.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments