Menu
HomeHome

Mountain Running: buoni propositi per il 2019

I top runners hanno ben chiari in mente obbiettivi e priorità per i mesi caldi ma anche gli amatori sono già alle prese con il calendario dell'anno appena iniziato

di STEFANO GATTI
Mountain Running: buoni propositi per il 2019

Con l'eccezione di alcuni eventi tradizionalmente invernali - come gli imminenti Winter Trail Monte Prealba a Bione (BS) e lo Scaldagambe Winter Trail di Carvico (BG) - la stagione 2019 della corsa in montagna è ancora di là da venire, ma le iscrizioni ai grandi eventi estivi sono praticamente tutte aperte o in procinto di aprire. I top runners, ora in larghissima maggioranza impegnati con lo scialpinismo, hanno ben chiari in mente obbiettivi e priorità per i mesi caldi ma anche gli amatori sono già alle prese con il calendario dell'anno appena iniziato e con scelte non sempre semplici da compiere, per via delle dolorose rinunce causate dalle sempre più numerose concomitanze. Per chi ha il "fuoco sacro" dentro questo è probabilmente l'unico... rovescio della medaglia, lo scotto da pagare ad un boom di proposte sparse lungo tutto l'arco alpino e non solo.

Tra i tanti possibili (sentirsi liberi di cambiare "in corsa" è fondamentale quando si affronta una disciplina nella quale fatica e soddisfazione vanno letteralmente di pari passo) un buon criterio di scelta per il trail e lo skyrunner metodico può essere quello di fare di un singolo circuito (un paio al massimo) l'intelaiatura del proprio calendario agonistico, casomai completandolo con altri eventi “one-off” che lo possano arricchire: l'idea di base è quella di una sorta di abete di Natale … fuori tempo massimo, ai cui rami appendere a piacimento tante "decorazioni". Il senso è quello di dedicarsi continuativamente a prove adatte alle proprie possibilità ed ambizioni, senza però privarsi (se rimangono tempo ed energie) di qualche ”divagazione“ di carattere diverso - per distanza oppure tipologia di terreno - come possibile evoluzione personale. Il nostro giro d’orizzonte parte dal circuito “La Sportiva Mountain Running Cup”, uno dei più gettonati del panorama non solo nazionale, che nel 2019 propone l’ottava edizione di un pacchetto di gare di altissimo livello ma soprattutto si rinnova praticamente per due terzi. Come e perché ce lo spiega Alessandro Tedoldi, responsabile atleti ed eventi di La Sportiva: “Nel 2018 abbiamo proposto competizioni di chilometraggio medio-basso per avvicinare i neofiti al mondo del mountain running. Ora vogliamo prendere per mano questi atleti e farli crescere ulteriormente. Vogliamo portarli in quota e fare vivere loro l’emozione del vero skyrunning. Nell’ottica di mantenere vivo l’interesse anche tra i fedelissimi del nostro circuito, abbiamo dovuto apportare importanti modifiche escludendo la International Rosetta Skyrace, la San Fermo Trail e la Trentapassi. Anzi vorrei cogliere l’occasione per ringraziare gli amici di Rasura, Borno e Marone per il fondamentale supporto che ci hanno dato in questi anni. Rimpiazzarli non è stato facile, ma ci siamo riusciti. Al loro posto è stata inserita l’emergente Pizzo Stella Skymarathon ed è rientrato il mitico Giir di Mont. In sostituzione della Stava Mountain Race, la nostra gara di casa e presente nel circuito da ormai sette anni, proporremo come finale una sky nuova e davvero adrenalinica sul Latemar l’8 settembre”. Insomma lifting pressoché completo per un circuito che resta però ricco di tecnica e sostanza (anzi incrementa l’incidenza di questi elementi chiave) con l’obbiettivo di crescere ancora rispetto ai duemila runners che hanno letteralmente affollato le zone di partenza della scorsa edizione, che ha tra l’altro visto triplicarsi il numero di finisher rispetto al 2017. Scende solo il numero di prove: da sei a cinque, per un calendario ancora più concentrato. Un taglio giustificato appunto dalla maggiore consistenza degli eventi selezionati. La Sportiva Mountain Running Cup chiamerà al massimo impegno i propri concorrenti per tre mesi esatti, dalla seconda domenica di giugno alla seconda di settembre, lungo uno spettacolare tour … ad anello che interesserà il settore centrale dell’arco alpino, alla caccia del titolo che nel 2018 si sono aggiudicati il trentino Gil Pintarelli e la bergamasca Daniela Rota, a loro volta entrati a pieno merito a far parte di un albo d’oro nel quale brillavano già i nomi di Emanuela Brizio (recordwoman con tre successi), Denisa Dragomir, Paolo Bert e Ionut Zinca (due a testa) e poi ancora Lisa Buzzoni, Martin Stofner ed il leggendario Luis Alberto Hernando con una vittoria a testa.

Ma vediamo come si svilupperà il cammino del circuito. Si parte domenica 9 giugno dal Trentino (patria di La Sportiva) con la confermatissima gara di Ledro (caccia al pettorale aperta da venerdì 11 gennaio!) che diventa prova d’apertura, seguita dall’altrettanto tradizionale tappa di Laghi, il paese più piccolo del veneto: centocinquanta abitanti circa, che … salgono fino ad un migliaio quando le Prealpi Venete vengono “popolate” dai settecento runners della Skylakes. Quando l’estate si fa calda (in tutti i sensi) ci si sposta sulle montagne della Lombardia per il “cuore” del circuito con la Pizzo Stella Skymarathon in Valchiavenna, dove la serie raggiungerà sia le quote più alte (2650 metri il dislivello positivo) sia la distanza maggiore: 35 chilometri. Appena tre chilometri e centocinquanta metri di salita in meno sono a quel punto in programma nel mitico (e massacrante) Giir di Mont a Premana (Valsassina) dove, oltre che le proprie gambe ed i propri polmoni, ai runners serviranno anche l’accompagnamento e la “forza trainante” di un pubblico a tratti da stadio. A quel punto il più sarà fatto ma … non bisognerà cadere nel tranello di prendere sottogamba il gran finale, con il balzo dalle tutto sommato “tranquille” Prealpi Lecchesi all’asprezza del paesaggio dolomitico della Latemar Mountain Race di Tesero di domenica 8 settembre, di ritorno … a casa, in Trentino, dove tutto era iniziato quasi esattamente tre mesi prima. Questo il calendario La Sportiva Mountain Running Cup 2019, completo di distanze e dislivelli positivi di ciascuna prova.

09 giugno Ledro Skyrace Mezzolago (TN) 19 KM 1610 M D+

23 giugno Skylakes Laghi (VI) 21 KM 1550 M D+

14 luglio Pizzo Stella Skymarathon Fraciscio (SO) 35 KM 2650 M D+

28 luglio Giir di Mont Premana (LC) 32 KM 2500 M D+

08 settembre Latemar Mountain Race Tesero (TN) 27 KM 1800 M D+

TAGS:
Running
Mountain running

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X