NATIONS LEAGUE

Theo Hernandez si è preso la Francia. Finalmente

Dopo mesi di attesa e di aspettative frustrate, il terzino del Milan ha finalmente conquistato la fiducia di Deschamps ed è stato subito decisivo

  • A
  • A
  • A

Un nuovo inizio. Dopo mesi di attesa e di aspettative frustrate dalle scelte del commissario tecnico Didier Deschamps, Theo Hernandez si è finalmente preso la Francia. Il terzino del Milan, dopo l’esordio con la nazionale maggiore avvenuto contro la Finlandia, si è tolto la soddisfazione di decidere la semifinale di Nations League contro il Belgio con un gol al 90’ alla sua seconda apparizione da titolare.

Il giusto premio per le ultime due stagioni disputate su altissimi livelli con la maglia dei rossoneri, con cui sono già 13 le reti segnate in Serie A in 65 partite. Theo ha fatto tanta fatica per giocare con la maglia della Francia (“La Spagna ha provato a chiamare sia me che Lucas, ma la mia decisione l’ho presa già da alcuni anni”) e contro il Belgio ha anche coronato il sogno di condividere la fascia con suo fratello: “Lucas per me è un modello. È mio fratello, ma anche il mio migliore amico”.

Già, condividere, perché per la fase finale di Nations League Deschamps ha convocato il terzino del Milan tra i centrocampisti. Il ct, che aveva puntato su Lucas Hernandes e Lucas Digne per la deludente spedizione di Euro 2020 (“Nel suo ruolo c’è tanta concorrenza. Non credo che un giocatore vada favorito rispetto ad un altro solo perché gioca in club che godono di grande attenzione mediatica”), si è finalmente ricreduto come fatto quando ha ‘perdonato’ Benzema ed è stato subito premiato.

Ovviamente la storia dell’attaccante del Real è diversa, ma anche Theo in questi anni potrebbe aver pagato una vicenda ‘disciplinare’ che risale al 2017, il cosiddetto ‘Caso Marbella’. Convocato in Under 21, Theo decise di rinunciare alla chiamata affermando di volersi concentrare sull’imminente trasferimento al Real Madrid, ma poi pubblicò sui propri profili social delle foto che lo ritraevano in vacanza a Marbella scatenando la rabbia della Federazione.

Acqua passata, Theo è pronto per un nuovo inizio e il passaggio di Deschamps alla difesa a tre potrebbe farlo presto diventare un intoccabile. “L’avevo già pre-convocato altre volte, poi c’è tanta concorrenza, c’è anche suo fratello Lucas - ha detto Deschamps a 'Mediaset' dopo il gol decisivo al Belgio - però in questo sistema ci sta benissimo. Deve migliorare ancora in fase difensiva. Ha fatto bene alla prima presenza, e ora stasera ha persino segnato”.

Vedi anche Nations League, Lukaku di nuovo contro Chiellini Nations League Nations League, Lukaku di nuovo contro Chiellini

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments