NATIONS LEAGUE

Nations League, Germania-Spagna 1-1: Gayà a tempo scaduto replica a Werner

Con le reti, entrambe nel secondo tempo, del neoacquisto del Chelsea e del difensore del Valencia, termina in pareggio la prestigiosa sfida del Gruppo 4 di Nations League

  • A
  • A
  • A

È il gol di Gayà, in extremis, a consegnare alla Spagna un insperato pareggio al termine di un match che ha visto i tedeschi andare in vantaggio con Werner, al 51’, e sfiorare il raddoppio. Grande sofferenza per le ‘Furie Rosse’, sottotono per larghi tratti del match al cospetto di una Germania più pimpante. Il finale di gara premia gli sforzi della formazione di Luis Enrique, attesa ora dal complicato impegno contro l’Ucraina di Shevchenko.

Dopo non essersi affrontate in competizioni ufficiali per ben dieci anni (1-0 firmato Puyol nella semifinale dei Mondiali 2010), Germania e Spagna tornano a incrociarsi alla Mercedes-Benz Arena di Stoccarda per inaugurare i rispettivi cammini nella Nations League 2020/21.
L’avvio di gara vede le due squadre studiarsi per i primi dieci minuti dopo i quali è la Germani a farsi vedere più insistentemente dalle parti di De Gea. Il portiere del Manchester United si fa trovare pronto sulle pericolose conclusioni di Kehrer, Draxler e Sané permettendo ai suoi di restare in partita e, una volta passata l’ondata tedesca, di riversarsi con coraggio nella metà campo avversaria.

Poco dopo la metà del primo tempo è quindi Busquets, su schema da calcio di punizione, a scaldare le mani di Trapp il quale, qualche minuto più tardi, ben si comporta sul diagonale ravvicinato di Rodrigo, uno dei giocatori più vivaci tra le fila delle furie rosse. La maggior parte dei tentativi delle due formazioni, tuttavia, svaniscono per imprecisioni o errori nell’ultimo passaggio e in questo modo il primo tempo, pur non senza sussulti, si conclude sullo 0-0.

La seconda frazione si apre subito su ritmi più frizzanti e dopo soli sei minuti è Werner, su assistenza dell’atalantino Gosens, a fulminare De Gea per l’1-0 dei padroni di casa. Sfruttando l’inerzia a proprio favore la Germania non si accontenta e più volte si presenta minacciosa davanti al portiere iberico il quale però si fa sempre trovare pronto.

La Spagna risponde con le iniziative pericolose di Rodrigo e Fabian Ruiz ma concede ampi spazi in ripartenza ai tedeschi che tuttavia, né con Sané, ne soprattutto con Werner (tiro a lato a ultimo uomo battuto), riescono a trovare il raddoppio.
La formazione iberica dà quindi fondo alle sue energie e, con l’avvicinarsi del 90’, aumenta la propria pressione nella metà campo avversaria ma Alcantara e Oscar Rodriguez non inquadrano lo specchio della porta. Nel recupero, un gol annullato agli ospiti per fallo in attacco di Sergio Ramos è il preludio alla rete di Gayà che, al 95’, da pochi passi porta in parità la contesa e fissa il risultato sul definitivo 1-1.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments