MOTOGP

Quartararo: "Se le cose stanno così, la prossima volta non ci provo nemmeno. Complimenti ai Commissari"

Il campione in carica non la manda a dire all'indomani del controverso incidente all'inizio della gara della premier class ad Assen.

di
  • A
  • A
  • A

Non si è fatta attendere troppo la reazione di Fabio Quartararo a proposito del Long Lap Penalty che i Commissari di Gara del Gran Premio d'Olanda hanno comminato al campione del mondo in carica per il tentativo di sorpasso nei confronti di Aleix Espargarò nelle battute iniziali della decima tappa iridata, giudicato troppo ambizioso. Amaro ma soprattutto ironico il commento via social di Fabio, che pagherà pegno alla ripresa delle operazioni il primo weekend del mese di agosto a Silverstone.

"Bene, Long Lap Penalty per me alla prossima gara. Ora non si può neanche azzardare un sorpasso senza che la manovra sia giudicata intempestiva. È dall'inizio della stagione che alcuni miei colleghi fanno quelli che vengono giudicati come normali incidenti di gara, mentre la mia manovra è stata considerata troppo pericolosa. Complimenti ai commissari di gara ed al loro lavoro. La prossima volta non ci proverò nemmeno, se il rischio è quello di una penalizzazione. Buone vacanze, ci vediamo a Silverstone".

© Twitter

Questo il testo del messaggio via social del Diablo che nel GP d'Inghilterra con il quale il Mondiale riprenderà nel primo weekend di agosto deve fin da ora mettere un passaggio all'esterno come prezzo da pagare all'incidente del GP d'Olanda costato caro a lui e che ha costretto lo sparring partner Aleix Espargarò ad un colpo di reni per restare in piedi e poi dare vita alla bellissima rimonta che lo ha portaao fino ai piedi del podio ed a soli ventuno punti dallo stesso Espargarò nella classifica generale. Una sanzione abbastanza incomprensibile ma al tempo stesso inevitabile (una volta giudicata la manovra irregolare), in quanto nel frattempo il numero uno della Yamaha si era dovuto ritirare e non era quindi più possibile procedere altrimenti, con la consueta penalizzazione in termini di tempo finale nell'ordine d'arrivo.

© Twitter

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti