MotoGP Spagna, fiducia Dovi: "Pronti a giocarcela in gara"

Carico anche Petrucci, nonostante il 7° posto in qualifica: "Bel feeling, potrò dire la mia"

  • A
  • A
  • A

Andrea Dovizioso è fiducioso in vista della gara, dopo il 4° posto conquistato in qualifica a Jerez e le ottime indicazioni date dalla sua Ducati sul passo: "Le sensazioni in sella sono buone - ha detto il forlivese - C'è l'incognita Marquez e quella delle condizioni meteo, ma siamo pronti a giocarcela domenica in gara". Carico anche il compagno di team Petrucci: "Siamo competitivi dal punto di vista del passo, sono fiducioso che potrò dire la mia".

Grande fiducia e tranquillità nelle parole di Dovi: "Sono soddisfatto: abbiamo lavorato bene fin qui, riuscendo a migliorarci ad ogni turno. Le sensazioni in sella sono buone ed anche in qualifica, che solitamente non è il mio punto di forza, sono riuscito a siglare un buon tempo, pur non facendo un giro perfetto. Siamo pronti a giocarcela in gara domani, anche se resta l'incognita Marquez e le condizioni meteo. Le temperature faranno la differenza. Sicuramente il mio feeling è migliore rispetto all'anno scorso: siamo partiti col piede giusto restando sempre tra i primi, ma sappiamo che la gara sarà una storia a sé. Domani dovremo restare concentrati e finalizzare il buon lavoro svolto fin qui".

Ci crede anche Petrucci, reduce da 3 sesti posti consecutivi in questo inizio di stagione: "Sono contento del feeling con la moto, anche se partire dalla settima posizione renderà il nostro compito leggermente più difficile domani. Purtroppo nel corso di quello che era il mio miglior giro ho avvertito una vibrazione improvvisa al posteriore e ho rischiato di cadere, per cui non sono riuscito a migliorare ulteriormente il mio tempo. Sul finale, non essendo sicuro di aver preso la bandiera a scacchi, ho tentato di fare un altro giro lanciato ma sono scivolato alla curva 1, fortunatamente senza nessuna conseguenza. Ci aspetta una gara lunga, e sono fiducioso che potremo comunque dire la nostra. La mia squadra ha lavorato molto bene fin qui e siamo competitivi dal punto di vista del passo, quindi sono ottimista sulle nostre possibilità di fare un bel risultato".

Valentino Rossi è sembrato meno abbattuto di quanto ci si potesse attendere, dopo il 13° posto in qualifica: "Abbiamo migliorato molto rispetto al venerdì - ha detto il 9 volte iridato - Ieri ero piuttosto disperato perché non ero abbastanza veloce. Oggi siamo andati meglio. La FP3 è stata un buon allenamento, ho avuto un buon passo con le gomme medie, che potrebbero essere una buona scelta per la gara. Sono stato anche un po' sfortunato perché sono scivolato fuori dalla top 10 per pochi millesimi e sono dovuto partire dal Q1. Lì ho trovato traffico nel secondo giro e ho mancato l'accesso al Q2. Purtroppo questa pista non è stata il massimo per me, la mia moto e il mio team negli ultimi anni. E questo è stato confermato anche oggi. La posizione di partenza non è certamente ottimale per domani, ma il mio passo non è male. Sicuramente sono in tanti ad essere veloci, difficile prevedere cosa succederà".

Vale ha parlato anche delle performance delle due M1 clienti, che hanno fatto 1° e 2° con Quartararo e Morbidelli: "Come tutti, sono sorpreso dalle altre due Yamaha. Non tanto dai piloti, Franco lo conosco bene e so qual è il suo livelli. Entrambi sono stati veloci ai test invernali, a loro piace la moto e qui a Jerez sono stati veloci per due giorni in ogni sessione.In qualifica hanno fatto il loro capolavoro. Congratulazioni a loro! Forse qui guidano meglio di me e la pista gli piace di più".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments