MotoGP, Rossi: "La vittoria di Barcellona non significa niente"

"Dobbiamo restare concentrati e lavorare al meglio possibile". Lorenzo: "Dimentichiamo l'incidente e torniamo a lottare"

Lorenzo e Rossi (LaPresse)

La MotoGP arriva ad Assen, dove quest'anno per la prima volta si correrà di domenica al posto del tradizionale sabato. Una novità, che però non distrare Valentino Rossi dal suo obiettivo: ripetere il successo di Barcellona. "In Spagna abbiamo fatto una buona gara e anche i test sono andati bene. Dobbiamo solo restare concentrati e lavorare al meglio possibile, poi vedremo cosa succederà", ha detto il pilota della Yamaha.

"In questa breve sosta di campionato mi sono riposato un po' e adesso sono pronto per la prossima gara. Amo Assen, è una delle mie piste preferite, ma questo non significa niente perché ogni gara quest'anno è molto aperta e incerta. Voglio solo tornare in pista e prepararmi per la corsa con la mia squadra", ha aggiunto.

Al contrario di Rossi, Jorge Lorenzo deve dimenticare il Montmelò, dove è stato steso da Iannone. "Barcellona è stata un grande peccato. Sapevo che sarebbe stata una gara dura, specialmente dopo aver visto che le gomme stavano faticando dopo cinque o sei giri, ma poi l'incidente ha rovinato tutto. Adesso dobbiamo dimenticare l'incidente e provare a tornare a combattere ad Assen. Correre in Olanda dà sempre una sensazione di dolceamaro. E' una pista che adoro, ma qui ho ottenuto buoni e cattivi risultati. Il disegno è sempre favorevole alla M1, quindi speriamo di ottenere un grande risulato", le parole dello spagnolo, che in settimana si è sottoposto a un controllo antidoping a sorpresa nella sua casa di Lugano.

TAGS:
MotoGP
Rossi
Lorenzo
Yamaha
Assen