"Il titolo? Restiamo concentrati"

A Motegi lo spagnolo della Honda non pensa al discorso mondiale nonostante il vantaggio. Lorenzo e Dovizioso puntano il podio

  • A
  • A
  • A

Difficile, quasi impossibile laurearsi matematicamente campione del mondo MotoGP già a Motegi e per questo Marc Marquez predica calma. "Sì, è la prima occasione per vincere il campionato però è molto difficile, quasi impossibile. Dobbiamo restare concentrati sulla gara e mantenere la stessa mentalità di sempre. Speriamo che il meteo sia stabile. Qui non sarà come Aragon ma credo che siamo migliorati di gara in gara", ha detto lo spagnolo.

Marc è molto lucido pensando al weekend: "E' un circuito che non è così male per il mio stile di guida anche se la nostra moto fa sempre un po' di fatica qui. Vedremo durante il weekend come riusciremo a gestire la situazione. La cosa più importante sarà prendere punti in prospettiva campionato. Sappiamo di avere tre gare di fila e sarà fondamentale terminarle tutte, non oltrepassare i limiti". Incalzato sul discorso titolo Marquez ha ribadito: "Quest'anno abbiamo gestito tutte le varie situazioni con l'esperienza ma non voglio parlare troppo presto del campionato del mondo. Al momento abbiamo un buon vantaggio e cercheremo di mantenerlo. Non importa dove o quando, l'importante è centrare l'obiettivo".

Il campione del mondo Jorge Lorenzo è carico per Motegi e le tre gare di fila: "Questa pista si adatta molto bene alla Yamaha e al mio stile di guida. Vedremo come funzioneranno le gomme e la nuova elettronica. Se saremo competitivi come gli ultimi tre anni, andrà bene. Tre gare di fila? Mi piace stare così tanto sulla moto, il fisico è più pronto". Ottimista anche Dovizioso, reduce dall'undicesimo posto di Aragon e con un nuovo compagno in Ducati: "Ci sono stati molti alti e bassi. Questa pista favorisce l'accelerazione e per questo sono abbastanza fiducioso dopo l'11esimo posto di Aragon. Sì, è vero, abbiamo ottenuto risultati importanti in passati qui, quindi penso e spero che possiamo fare un buon weekend. Barbera? Lo conosco molto bene, abbiamo lottato tanto in passato, è veloce e sono convinto che può darci una mano al posto di Iannone".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments