MotoGP, Dovizioso: "Che sorpresa"

"Con l'asciutto non siamo andati così bene". Rossi: "Veloci in ogni condizione"

  • A
  • A
  • A

Andrea Dovizioso è il primo a essere stato sorpreso dalla sua pole a Sepang. "E' stato un turno strano, abbiamo usato una strategia di gomme diversa da tutti gli altri. A dire la verità non ci ho capito niente... Con la dura ho eguagliato il tempo fatto con la morbida e con un giro in più sarei potuto andare anche più veloce. Ma sull'asciutto non siamo andati così bene", ha ammesso il ducatista subito dopo le qualifiche.

"Rispetto agli altri sono partito con la gomma morbida e avrei voluto fare il tempo al secondo giro, ma non ha retto. Così ho deciso di fermarmi e mettere la dura, aspettando gli eventi ed è andata bene", ha aggiunto. La prima fila quasi tutta "made in Italy" è stata completata da Valentino Rossi, anche lui ricomparso un po' a sorpresa dopo due giorni non semplici. "Sono molto contento perché nelle libere 4 ero un po' in difficoltà, non ero veloce. Poi abbiamo fatto la modifica giusta e mi sono trovato meglio. Sono partito forte e ho portato le gomme dure in temperatura. Poi sono riuscito a fare il giro giusto alla fine. Siamo veloci sia sull'asciutto, sia sul bagnato, l'importante è che in gara ci siano condizioni ben definite", le parole del pesarese. L'unico intruso straniero è stato Jorge Lorenzo, pure lui contento per essere stato veloce in condizioni non di asciutto dopo le tante difficoltà riscontrate tra Giappone e Australia. "Questa pista con l'asfalto nuovo ha molto grip e io in queste condizioni vado forte anche se c'è bagnato. La strategia, però, non è stata tanto buona. Ho spinto al massimo sempre e alla fine non sono riuscito a migliorare il tempo perché le gomme erano un po' stanche", il suo bilancio.

Un po' più preoccupato in vista del GP è Andrea Iannone. "Sono contento per il mio rientro, dopo quattro gare non era facile. Siamo stati penalizzati un po' dalla messa a punto, gli altri sono andati forte con la gomma dura che io venerdì non ho provato. Per la gara sarà difficile fare 20 giri, il dolore è un po' aumentato e vediamo. Per me non sarà una gara facile, sarà complicata ma possiamo difenderci. Ovviamente partiamo con i piedi per terra cercando di prendere quello che possiamo", ha ammesso. Quanto a Marc Marquez, lo spagnolo sembra aver risolto i suoi problemi fisici. "E' stata una buona giornata, grazie ai dottori mi sentivo molto meglio e questo è importante. Sto poco per volta riguadagnando forza e sono sicuro che in gara andrà ancora meglio. Sull'asciutto mi sentivo bene, mentre al pomeriggio, dopo aver saltato la sessione bagnata di venerdì, sono stato un po' più in difficoltà. Nel Q2 ho fatto delle modifiche per migliorare ancora, ma non hanno funzionato come speravamo. Comuqnue penso che siamo pronti a lottare per il podio con qualunque condizione", ha confermato.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments