MotoGP, Dovizioso è la marcia in più della Ducati

A 11 anni dal suo titolo in 125, il forlivese è pronto a tornare a vincere

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

LUCA BUDEL

Rossi e Dovizioso (IPP)

Spesso i numeri rappresentano dati di realtà utili a pensare positivo. Cifre che alla vigilia dell’esibizione di Jerez de La Frontera alzano il livello di ottimismo di Andrea Dovizioso, che per ritrovare un avvio di stagione così ricco di smalto deve fare un salto indietro di 11 anni, a quel 2004 che chiuse da campione del mondo della 125. Romagnolo atipico e più simile per carattere a un brianzolo, Dovizioso sta raccogliendo a 29 anni quanto ha cercato di costruire in una carriera iniziata nel 2001 come wild card al Mugello. L’uomo e il pilota hanno sempre seguito una linea retta, evitando pericolose variazioni in alto e in basso.

Smaltita la delusione Honda - schiacciato tra il fenomeno Stoner e il protetto Pedrosa - e la parentesi Yamaha, Andrea ha affrontato l’avventura Ducati come se si trattasse di una ripartenza da zero. Ci voleva coraggio per mettere il sedere sulla rossa dopo il disastroso capitolo Rossi. Eppure Andrea il riflessivo ha investito sul progetto, anche perché le alternative erano piuttosto sconfortanti. 2 podi in 36 gare nelle prime 2 annate, con rarissime esternazioni nonostante il carico di frustrazione accumulato. La formichina operosa nel 2015 sta finalmente passando a riscuotere il premio con la speranza che i chilometri di asfalto regalino altri giorni di festa.

TAGS:
MotoGP
Dovizioso
Ducati
Jerez

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X