Dovizioso, l'occasione persa e il Lorenzo che verrà

A riportare alla vittoria la Ducati è stato Iannone e nel 2017 sarà ancora più difficile...

di RONNY MENGO

Dovizioso, l'occasione persa e il Lorenzo che verrà

La delusione di Andrea Dovizioso, sottolineata dallo stesso ad ogni mocrofono, nasce da una riflessione che se non ha ancora avuto il tempo di fare appieno oggi, farà entro breve: se non coglie l'occasione di vincere ora, ben difficilmente potrà farlo in futuro, inteso come il 2017. E' arrivato a un niente dalla possibilità di entrare nella storia Ducati, ma la Ducati davanti a tutti - come ai tempi di Stoner - l'ha riportata Iannone.

Bene: è in arrivo Lorenzo, atteso come l'uomo in grado di rilanciare ulteriormente, di portare la rossa davanti a tutti non solo la domenica ma nel mondiale. Non ci saranno ordini di scuderia (roba da Formula 1, come si ripete sempre nei paddock motociclistici), ma uno scenario preciso sì. E se il Dovi non è riuscito oggi a mettersi davanti a Iannone, un partente Iannone per di più, ben difficilmente riuscirà a farlo con il 99, atteso - ribadiamo - cercato e pagato, come la superstar in grado di mettere in pista il cambio di passo. Un'occasione persa dunque, la regina delle occasioni perse, per via del momento, del tracciato, delle circostanze, dei bioritmi, di tutto. Una vittoria per Dovizioso potrà arrivare da qui alla fine della stagione certo, ma non sarà così automastico poter avere tanti presupposti buoni così belli schierati come in questa Austria. Peccato, anche perchè la cosa rischia di allargare il sorrisetto di chi continua a essere convinto che i bravi ragazzi vincano con più difficoltà.

TAGS:
MotoGP
GP Austria

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X