MotoGP, Vinales leader nei test

Lo spagnolo stacca il miglior tempo nell'ultimo giorno di prove invernali. Secondo il rookie Quartararo, terzo Marquez davanti al Dottore. La Desmosedici lavora sul passo-gara

  • A
  • A
  • A

Nel terzo e ultimo giorno di test MotoGP sul circuito di Losail, in Qatar, miglior tempo per la Yamaha di Maverick Viñales, con 1'54"208. Lo spagnolo precede di 233 millesimi il rookie Fabio Quartararo (Team Petronas). Terzo Marc Marquez, a 0"405, 40 millesimi davanti a Valentino Rossi e 42 rispetto a Jorge Lorenzo. Sesto Franco Morbidelli. Le Ducati provano il passo-gara: Danilo Petrucci 9°, Andrea Dovizioso 15°.

È l'ultimo antipasto. Poi arriverà la cena vera e propria. Ma già dai primi assaggi si può capire la qualità delle portate successive. Nel terzo e conclusivo giorno di test MotoGP sul circuito di Losail, in Qatar, i team cominciano a fare sul serio. Il miglior tempo è di Maverick Viñales, con 1'54"208, performance che supera anche quella di Rins ottenuta nel day-2. Lo spagnolo della Yamaha, che monta una coda più piccola e squadrata precede il sorprendente rookie francese Fabio Quartararo, a 0"233, su Team Petronas, satellite della casa di Iwata. Una grande giornata per la Yamaha, se si nota anche il quarto posto di Valentino Rossi (0"443), nettamente più a suo agio rispetto alla seconda giornata di test sul circuito che ospiterà anche la prima gara del Mondiale, il 10 marzo. Il Dottore torna sull'assetto del primo giorno, lavora sia sul tempo che sul passo-gara e non lamenta scivolamenti al posteriore. Insomma, il setup per l'esordio iridato sembra trovato. Terzo Marc Marquez: il campione del mondo è a 0"405 da Viñales e può sorridere, vista la ritrovata forma che lo condurrà al top della condizione per la prima gara della stagione. Marquez chiude di soli 42 millesimi davanti al compagno di squadra Lorenzo, che sembra già avere un discreto feeling con la moto, che presenta una nuova carena. Indietro le Ducati, che lavorano più sul passo-gara: Dovizioso (15° a un secondo dal leader) e Petrucci (nono, a +0.610), così come a Sepang, fanno una simulazione di gara insieme. Il forlivese si ferma cinque giri in anticipo, Petrux la conclude. Particolare da non sottovalutare il fatto che abbiano iniziato la simulazione alle 18 italiane, orario effettivo della gara del 10 marzo, per testare le temperature della pista. La Suzuki, che aveva impressionato nei giorni scorsi, chiude all'11° posto con Rins, appena davanti al compagno di squadra Mir.

Tra gli altri italiani, ottimo sesto posto di Franco Morbidelli su Team Petronas, a +0.452 da Viñales. Pecco Bagnaia (Pramac Ducati) è 13.esimo. L'Aprilia di Andrea Iannone, che monta le nuovi ali dall'alto carico aerodinamico, è 16.esima.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments