MOTOGP SILVERSTONE

MotoGP: Quartararo non pensa alla penalità: “Sarà un weekend normale”

In vista del ritorno stagionale a Silverstone, in Inghilterra, il campione del mondo in carica vuole riscattare lo zero di Assen. Bagnaia pretende continuità da sé stesso: “Adesso, basta cadute”

  • A
  • A
  • A
bagnaia
© Getty Images

La MotoGP torna a rombare dopo oltre un mese di pausa. Le danze si riaprono a Silverstone, dove andrà in scena nel weekend il Gran Premio di Gran Bretagna. Fabio Quartararo vuole riallungare in vetta al Mondiale dopo la caduta ad Assen e, nonostante la long lap penalty da scontare, sostiene che non ci sia motivo “per cui io debba andare piano qui”. Pecco Bagnaia spera ancora di rientrare in corsa: “Ora, però, dovrò trovare la giusta costanza”.

L’evento, che in questo 2022 vivrà la sua 44ma edizione, ha cambiato sede nel corso degli anni. Inizialmente affidato a Silverstone, è stato trasferito a Donington a partire dal 1987, rimanendovi fino al 2009. Dal 2010, invece, è tornato nella sua location originale. La MotoGP, che riparte quindi dal Regno Unito dopo un mese abbondante di sosta estiva, vede al comando un Fabio Quartararo che vuole scrivere il bis nel Mondiale piloti. La caduta ad Assen e la penalizzazione da scontare questo finesettimana hanno tuttabia riaperto una lotta al titolo che, per certi versi, sembrava già chiusa. “La long lap penalty? Approcceremo al weekend in modo normale”, assicura il campione del mondo in carica in sella alla Yamaha. “Sicuramente è una grande sfida, ma io mi sento pronto. L’anno scorso sono riuscito a lottare per la vittoria, è una pista molto tecnica, soprattutto nel primo settore. Non c’è motivo per cui io debba andare piano qui”.

Aleix Espargaró tallona il pilota francese a -21 in classifica. “Ho le motivazioni giuste per la seconda parte di stagione. Nel 2021 con l’Aprilia ho ottenuto il mio primo podio, adesso nel 2022 sono riuscito a vincere anche la mia prima gara, è incredibile”. Poi, la prospettiva per il futuro. “I prossimi tre mesi saranno i più importanti della mia carriera: sono più motivato che mai, ho davanti una sfida enorme, ma darò il massimo, lotterò fino alla fine cercando di divertirmi”.

Pecco Bagnaia, ‘fresco’ trionfatore in Olanda, si dice “contento di essere tornato nel paddock. Questa è una delle piste preferite per molti piloti. Quest’anno con i miglioramenti che siamo riusciti a fare potremo essere più competitivi”. Discorso Mondiale chiuso in casa Ducati? “Se voglio ancora avere una possibilità di vincerlo, devo concludere più gare quando non sono in grado di vincerle, evitando cadute. In questa seconda parte di stagione dovrò trovare la giusta costanza, mantenendo la nostra competitività”. Dopo avere commentato l’addio annunciato da Andrea Dovizioso (“Se ha deciso di ritirarsi dopo Misano, avrà un motivo per farlo”), Bagnaia non è d’accordo con la penalità a Quartararo: “Ma noi dobbiamo trarre vantaggio da questa situazione, dobbiamo cercare di essere competitivi per recuperare punti”.

Sul tema Dovizioso, secondo Jack Miller “non è semplice fermarsi e ripartire dopo un anno, tra l’altro con una casa diversa. Ha avuto una carriera fantastica, ma se non si diverte più fa bene a smettere”. Alex Rins (Suzuki) dichiara di essere “entusiasta di avere annunciato il mio passaggio nel team LCR Honda nel 2023. Cercherò di portare tutta la mia esperienza per provare a migliorare la moto. Ma ci sono ancora nove gare da disputare e la Suzuki va piuttosto bene, vorrei ritrovare la velocità che avevo nelle prime gare, siamo sulla strada giusta, anche se abbiamo avuto un po’ di sfortuna nelle ultime gare”.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti