MotoGP Giappone: Quartararo svetta nelle libere, tutti i big vicini

Quinto tempo per Valentino, bene anche le Ducati di Dovizioso e Petrucci

di
  • A
  • A
  • A

Fabio Quartararo è il pilota più veloce dopo i primi due turni di libere del GP del Giappone, quartultimo appuntamento del Motomondiale. Il francese del team Petronas ha girato in 1'44''764, prendendosi il miglior tempo in una giornata che ha sorriso alle Yamaha: secondo Vinales con la M1 ufficiale (+ 0''321), terzo Marquez con la Honda (+ 0''336), seguito dalla Ducati di Dovizioso e da Valentino Rossi. In top 10 anche Morbidelli e Petrucci.

A due settimane dal trionfo mondiale di Marquez il tour asiatico della MotoGP è ricominciato dal Twin Ring di Motegi e lo ha fatto nel segno di un sempre più convincente Quartararo. Il rookie della Yamaha ha disintegrato la concorrenza con un tempo strepitoso in FP2, appena un paio di decimi più lento della pole 2018. Alle sue spalle ha chiuso la Yamaha ufficiale di Vinales (che era stato il più veloce nelle Libere 1, nella notte italiana) e la HRC del solito Marquez, a completare un terzetto che ormai sembra fare costantemente la differenza sul resto del gruppo, quantomeno sul giro secco.

Gli altri big, infatti, sono tutti là davanti, ma con distacchi più consistenti: Dovizioso ha chiuso 4° a +  0''650, mettendo in mostra un bel ritmo  gara, Valentino Rossi 5° a + 0''702. Per il Dottore è stato un risultato agguantato all'ultimo respiro, dopo che la sua M1 ha avuto uno strano problema al freno anteriore e ha costretto i meccanici a un improvviso cambio di moto nei minuti finali del turno. Dietro Valentino, a meno di un decimo, si è piazzato Franco Morbidelli con l'altra Yamaha Petronas, anche lui piuttosto convincente sul passo, mentre alle spalle dell'italo-brasiliano hanno chiuso le Ducati di Miller (7° a + 0''813) e Petrucci (8° a + 0''855). A chiudere la top 10 ci sono la Suzuki di Mir e l'Aprilia di un ottimo Aleix Espargaro (10° a + 0''957), che potrebbe essersi garantito ancora una volta l'accesso al Q2.

Per sabato, infatti, è prevista pioggia tutto il giorno e difficilmente ci sarà l'occasione di abbassare i tempi. A rimanere fuori potrebbero dunque essere, un po' a sorpresa, Rins con l'altra Suzuki e Crutchlow con la Honda LCR (rispettivamente 11° e 12°), oltrea a Francesco Bagnaia con l'altra Ducati Pramac (14°), Jorge Lorenzo con l'altra Honda ufficiale (17°) e Andrea Iannone con l'altra Aprilia (20°). Ha chiuso con il 15° tempo l'idolo di casa Takaaki Nakagami, all'ultimo weekend stagionale in sella alla Honda di Cecchinello: il giapponese sarà infatti operato alla spalla dopo la gara di domenica e lascerà il posto per gli ultimi 3 GP a Johann Zarco, che rientrerà nel Motomondiale dopo il traumatico addio alla KTM.

I TEMPI DELLE LIBERE 2

I TEMPI DELLE LIBERE 1

CALENDARIO E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments