GUAI PETRONAS

MotoGP Doha, Rossi: "Sono in difficoltà". Morbidelli assicura sul motore: "Niente di grave"

Tanti problemi per i due piloti Petronas, solo Morbidelli può sorridere dopo aver conquistato virtualmente il Q2

  • A
  • A
  • A

Una doppia sessione di libere difficile per il team Petronas, che tanto con Valentino Rossi quanto con Franco Morbidelli non ha potuto vivere una giornata tranquilla. Ad avere l'amaro in bocca tra i due, col 14° tempo in combinata, è il "Dottore": "Sono in difficoltà, più della scorsa settimana. Sono stato più costante, ho tenuto la gomma dietro fredda ma non sono veloce perché la moto mi scivola tanto".

"Il passo non è stato buono, non sono entrato nei 10 per un po’ e dobbiamo capire cosa non è andato per il verso giusto" ha proseguito Rossi. Il nove volte campione del mondo ha poi sottolineato che la sua M1 è stata modificata rispetto al GP del Qatar della scorsa settimana: "Abbiamo fatto delle modifiche, ma non così grandi. Abbiamo agito sull’elettronica per stressare di meno la moto. Domani sarà difficile, impossibile nelle FP3 quindi la concentrazione deve essere al Q1 per passare tra i primi due”.

Tanti problemi, nella prima sessione, per Morbidelli. Il pilota italo-brasiliano è stato costretto a "far fuori" due motori fumanti nel corso della FP1: "E’ stata una giornata movimentata, sono successe tante cose ma l’importante è essere entrati in top 10 (7° in combinata, ndr). Siamo riusciti ad equilibrare il feeling tra mattino e sera, mi sono sentito bene in moto nella seconda sessione. Nel secondo time attack ho preso due bandiere gialle e sono sono riuscito a migliorarmi, ma sono lo stesso contento".

"Motore? Abbiamo avuto lo stesso problema in entrambi, non sembra grave ma per sicurezza ne abbiamo sbloccato uno perché non ci potevamo permettere di sbagliare. Stiamo andando nella giusta direzione, non quella che voglio io ma comunque stiamo migliorando. Rispetto a domenica abbiamo cambiato tutto, dobbiamo stare attaccati alle Ducati”.

Può sorridere, e tanto grazie al suo secondo tempo in combinata, Francesco Bagnaia. Pecco, in sella alla sua Ducati, continua a sorprendere e mette nel mirino un'altra pole: "Sono molto contento del lavoro portato a termine nella giornata di oggi. Rispetto alla scorsa settimana abbiamo preferito sfruttare la sessione di FP2 per fare alcune prove con la gomma soft e concentrarci sul ritmo di gara, facendo un solo time attack. Il riscontro è stato positivo e domani continueremo a lavorare in questa direzione. Sono convinto che potremo ottenere un altro buon risultato in qualifica e arrivare pronti per la gara di domenica”.

Un altro italiano è rimasto fuori, seppur di poco, dal Q2. Si tratta di Danilo Petrucci, 12° e ancora in fase di studio con la nuova KTM del team Tech3: "Ovviamente è sempre molto frustrante, quando perdi la top 10 nemmeno di un decimo di secondo, ma allo stesso tempo sono ovviamente contento dei miglioramenti che abbiamo ottenuto oggi. La strada è lunga e in questi pochi giorni di guida mi sto abituando alla moto sempre di più e ad ogni sessione. Nel complesso, sono felice, ma non soddisfatto”.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments