MotoE, a Spielberg esplode la moto di Tuuli

L'episodio è avvenuto mentre l'Energica del finlandese veniva ricaricata, subito domato il principio d'incendio

  • A
  • A
  • A

Momenti di preoccupazione nel paddock della MotoE in Austria, dove si disputerà la seconda tappa del Mondiale elettrico. L'Energica Ego Corsa di Niki Tuuli (il vincitore della prima gara al Sachsenring) è esplosa mentre si trovava sotto carica, generando un principio di incendio che è stato subito domato dai vigili del fuoco. Secondo le prime ricostruzioni la moto del finlandese aveva riscontrato dei problemi in fase di ricarica e si trovava ancora attaccata alla colonnina, quando è improvvisamente esplosa la batteria.

Non è la prima volta che la MotoE si trova ad affrontare problemi di questo genere: a marzo, durante i test di Jerez, era andata a fuoco l'intera struttura che ospitava le moto, anche se in quel caso l'incendio era stato generato dall'impianto di ricarica. A Tuuli verrà assegnata una moto di scorta e la MotoGP ha annunciato che il weekend proseguirà senza alcuna variazione di programma.

IL COMUNICATO MOTOGP: "INDAGINE IN CORSO"

La stessa MotoGP ha rilasciato un comunicato confermando ciò che era emerso sull'incidente e sottolineando che sono in corso delle indagini per appurare i motivi dell''esplosione e del conseguente incendio.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments