Moto3 Austria, Fenati trionfa e si mette alle spalle il passato

Arbolino e McPhee completano il podio, Dalla Porta scalza Canet e torna in vetta al Mondiale

  • A
  • A
  • A

Romano Fenati ha vinto il GP d'Austria e conquistato la sua prima vittoria stagionale in Moto3. Il pilota marchigiano ha tagliato il traguardo in solitaria al termine di una gara atipica per la classe leggera, ritrovando un successo che gli mancava da quasi due anni e chiudendo definitivamente il capitolo più difficile della sua carriera nel Motomondiale. Sul podio anche Arbolino e McPhee, mentre Dalla Porta è di nuovo in testa al Mondiale.

Ora si può dire davvero: Fenati è tornato. Dopo la pole di sabato (poi diventata un 2° posto a causa di una penalità), l'ascolano del team Snipers ha portato a casa anche il risultato più importante, tornando a salire sul gradino più alto del podio a un anno e 10 mesi di distanza dall'ultimo trionfo (che risaliva al GP del Giappone del 2017). Lo ha fatto alla sua maniera, partendo forte, guidando a lungo un terzetto formato anche dal compagno di team Tony Arbolino e da John McPhee, e poi piazzando l'allungo decisivo a circa metà gara. Dopo la famigerata tirata di freno nei confronti di Manzi, la squalifica, il licenziamento in tronco dalla Moto2 e il momentaneo ritiro della licenza, Romano si è definitivamente messo alle spalle la pagina più buia della sua carriera.

Dietro di lui lo spettacolo è arrivato tutto all'ultimo giro, con Celestino Vietti autore di una rimonta strepitosa sulla coppia Arbolino-McPhee, ma poi beffato in volata all'uscita dell'ultima curva nel tentativo di assaltare il podio. Niente tripletta italiana, dunque, ma comunque giornata di gloria per i piloti tricolori: Lorenzo Dalla Porta, nonostante una gara anonima chiusa al 6° posto, è di nuovo il leader del Mondiale, con un solo punto di vantaggio su Canet. Lo spagnolo del team di Max Biaggi, ha chiuso 10°, alle spalle anche di Niccolò Antonelli.

A punti anche Dennis Foggia (13°), fresco di firma sul contratto con il team Leopard per il 2020, dove farà coppia con Masia (caduto). Lontani invece Nepa, Rossi e Migno, scivolato nel finale.

L'ORDINE D'ARRIVO

CALENDARIO E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments