MOTOGP AUSTRIA

Libere Austria, Zarco: "Usata la giusta strategia". Martìn: "Lotterò ancora per il podio"

Il pilota francese punta a stupire tutti in gara, con l'obiettivo di tenere il passo del leader Quartararo

  • A
  • A
  • A

Johann Zarco e il team Ducati Pramac si prendono la scena nella prima giornata di prove libere del GP d'Austria, gara bis sul circuito del Red Bull Ring. Nella finestra del mattino il francese ha conquistato il miglior tempo di sempre sul tracciato, prestazione frutto di un lavoro ricercato dal box: "Il giro record è venuto perché le condizioni erano buone e la strategia di usare le soft a fine turno ha funzionato".

"Il pomeriggio è stato bagnato, prendere quel tempo mi fa stare più tranquillo ed essere consapevole di avere sfruttato al meglio il momento giusto" ha spiegato il francese. Zarco ha poi detto la sua sulla "rivalità" interna con Jorge MArtìn, che nel GP di Stiria ha conquistato pole e primo successo in top class: "Vedere Martìn fare meglio a volte ti pesa, ma 10 minuti dopo la fine della gara analizzi al meglio il tutto e vai oltre il feeling negativo. Sono contento per la situazione del team, per Jorge e anche per me”.

La risposta alla vittoria dello scorso weekend del compagno di box non si è fatta attendere, con Martìn che si è visto strappare il record registrato in qualifica: "Zarco lotta per il mondiale ed è giusto che sia più veloce, mi fa piacere che abbia preso in considerazione i miei dati e spero possa essere il favorito per domenica. Anche io mi sento molto bene e so di poter fare bene per la gara. Sono un rookie e non voglio mettermi pressioni, non si saprà mai cosa poteva succedere quando ero infortunato, ma devo sfruttare questo momento perché col sorriso tutto si fa bene".

"Dopo una settimana dalla vittoria posso dire che in pista tutto mi viene più facile, lavoro meglio ai box e capisco tutti i dettagli che devo migliorare. La vittoria mi ha dato fiducia, ho dimostrato il mio potenziale e avrò ancora tanto da imparare” ha detto lo spagnolo.

L'iridato Joan Mir, secondo in combinata, ha ammesso invece di aver avuto dei problemi: "Le condizioni del mattino erano top e Zarco ha fatto un giro super, ma io ho avuto qualche problema che non mi ha permesso di fare un buon tempo. Dobbiamo sistemare qualcosa a livello dei freni, farlo oggi è stato complicato anche per la sessione del pomeriggio bagnata. Ho provato l’abbassatore e non sono ancora convinto del lavoro sul bagnato, devo studiarlo ancora un po’. Quartararo? Vado gara per gara, ma se arriva il momento di lottare sarò intelligente”.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments