Milan, il rilancio passa dall'attacco: Leonardo ci prova per Higuain

Il prossimo responsabile dell'area tecnica prova a mettersi davanti al Chelsea, ma gli ostacoli non sono pochi. Morata in stand-by

  • A
  • A
  • A

Ormai è chiaro. Il colpo del nuovo Milan targato Elliott sarà in attacco. A fronte di almeno una possibile partenza pesante per non far sballare di nuovo i conti (leggi Bonucci, Donnarumma o Suso), l'obiettivo della proprietà americana è quello di riconquistare il cuore dei tifosi con un nome che faccia sognare. E quello più caldo di queste ultimissime ore è quello di Gonzalo Higuain. Proprio lui che con una doppietta a San Siro aveva firmato lo 0-2 e dato il via all'esonero di Montella, arrivato da lì a un mese, spalancando le porte a Gattuso.

Sta di fatto che il Milan, tramite il prossimo direttore dell'area tecnica Leonardo e alcuni intermediari, avrebbe contattato la Juve e l'agente del Pipita, il fratello Nicolas, per dare il via alla trattatvia. Che, bisonga dirlo, è tutt'altro che facile. Per due motivi. A Torino chiedono 60 milioni di euro per l'argentino e, nonostante sia chiaro che non faccia più parte del progetto di Allegri dopo l'arrivo di CR7, non sono nemmeno con l'acqua alla gola visto che Sarri lo vuole fortemente al Chelsea. Oltretutto, e questo è il secondo grosso ostacolo, la prima offerta all'ex Napoli sarebbe stata di 4,5 milioni di euro a stagione, contro gli attuali 7,5. Certo, verrebbero moltipilicati per quattro stagioni, cosa che potrebbe comunque stuzzicare un giocatore che a dicembre compirà 31 anni. Di positivo c'è che Higuain avrebbe già dato il suo gradimento all'ipotesi rossonera.

Comunque sia, il suo futuro potrebbe essere strettamente legato al Milan, visto che nel caso l'operazione non andasse in porto e il bianconero si trasferisse a Londra, renderebbe relativamente più facile arrivare ad Alvaro Morata. Il futuro dello spangolo è lontano dai Blues e visto che le porte dell'Allianz Stadium sembrano ormai essersi chiuse, il suo desiderio di fare ritorno in Italia potrebbe concretizzarsi proprio grazie al Diavolo. Come per Higuain, però, c'è il problema economico. Il Chelsea valuta il giocatore 60 milioni di euro, senza dimenticare che l'attaccante ne guadagna 9 a stagione. La necessità del club di Premier League di liberarsi di "Alvarito", però, potrebbe aprire a opzioni che non sono limitate alla cessione definitiva, valutando magari un prestito oneroso con o senza obbligo di riscatto. Anche Morata, poi, dovrebbe fare un doppio passo indietro, cancellando il rifiuto di due anni fa (dopo la finale di Cardiff disse che sarebbe tornato in Serie A solo con la Juve) e riducendo le sue pretese economiche. Insomma, per Leonardo si prospetta un battesimo di fuoco.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments