Il mercato degli esuberi: quanti a rischio disoccupazione

Da Matri a Montolivo, passando per Ljajic e Maresca: le occasioni dell'ultima settimana

  • A
  • A
  • A

A una settimana dalla chiusura del mercato, i club di Serie A stanno mettendo a punto gli ultimi colpi per completare le rose. Mai come quest'anno, però, sono tanti i giocatori che rischiano di rimanere disoccupati a causa dell'introduzione della regola delle rose limitate a 25 elementi (tra cui 8 cresciuti in Italia più gli Under 21). Gente come Matri, Montolivo e Ljajic possono rappresentare la grande occasione di questi ultimi giorni di mercato.

Una corsa contro il tempo per rinforzare la squadra, ma con un occhio di riguardo alla voce uscite. Non solo per far tornare i conti economici. In questa ultima settimana gli esuberi di una squadra possono fare le fortune di un'altra. Le nuove norme stabiliscono che le squadre potranno avere una rosa composta da massimo 25 giocatori con più di 21 anni. Dei 25 giocatori con più di 21 anni, inoltre, almeno quattro dovranno essere “stati formati” in squadre italiane e altri quattro dovranno essere “stati formati” nelle giovanili di quella stessa squadra che li vuole inserire in rosa.

Una regola che mette in difficoltà soprattutto i grandi club, abituati ad avere rose chilometriche, poi magari sfoltite nel mercato di riparazione. Ora bisogna per forza vendere quei giocatori ritenuti fuori dal progetto, con il serio rischio di lasciarli andare per pochi euro o addirittura a costo zero.

Sulla carta è il Milan la squadra che ha il maggior numero di giocatori sul mercato: Montolivo, Alex, Cerci, Matri, Nocerino, per ragioni diverse, saranno costretti a fare le valige se non vogliono passare la stagione in tribuna. Anche l'Inter ha i suoi bei grattacapi: Schelotto, Taider, Andreolli e D'Ambrosio sono merce non facile da piazzare. In casa Juve l'arrivo di Cuadrado chiude le porte a Zaza (o Llorente), mentre si attendono offerte per Isla. A Napoli il ds Giuntoli deve piazzare i due portieri dell'anno scorso (Andujar e Rafael), l'olandese De Guzman ed El Kaddouri. Grande folla in attacco alla Roma con Gervinho, Ljajic, Iturbe e Ibarbo pronti ad essere ceduti al miglior offerente. Anche Cole non fa più parte del progetto.

A Palermo non c'è più spazio per Maresca, la Lazio vuole disfarsi di Cana, mentre Paulo Sousa non conta sul difensore egiziano Hegazi. "Venghino signori venghino" per dirla alla Totò.

Fiorentina: Hegazi
Inter: Schelotto, Taider, Andreolli, D'Ambrosio
Juventus: Zaza, Llorente, Isla
Lazio: Cana
Milan: Alex, Cerci, Matri, Nocerino, Montolivo
Napoli: Andujar, Rafael, El Kaddouri, De Guzman
Palermo: Maresca
Roma: Gervinho, Ljajic, Cole, Ibarbo, Iturbe

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments