IL TORMENTONE

La Liga gela Messi: se vuole andarsene deve pagare la clausola

Secondo il massimo organo calcistico della Spagna, il campione argentino non può andarsene senza versare i 700 milioni al Barça

  • A
  • A
  • A

Non si corre di certo il rischio di annoiarsi seguendo la vicenda Messi. La notizia dell'ultima ora arriva dal comunicato della Liga che tiene a precisare, notificandolo pubblicamente, che il campione argentino deve pagare la sua clausola di rescissione se vuole andarsene dal Barça, dando di fatto ragione a Bartomeu e agli altri dirigenti catalani nel contenzioso di queste ore. La rottura pubblica di Messi, insomma, con il rifiuto di partecipare alla sessione di test medici di oggi, potrebbe ritorcersi contro di lui. 

Questa la dichiarazione completa: "in relazione alle diverse interpretazioni (alcune delle quali contraddittorie tra loro) pubblicate nei giorni scorsi su diversi media, relative alla situazione contrattuale del giocatore Lionel Andres Messi con il Barcellona, la Liga ritiene opportuno chiarire: il contratto è attualmente in vigore e prevede una "clausola risolutiva" applicabile nel caso in cui Messi decida di sollecitare la risoluzione unilaterale anticipata del contratto, eseguita ai sensi dell'articolo 16 del regio decreto 1006/1985, del 26 giugno, che regola il rapporto di lavoro speciale degli atleti professionisti; in conformità con le normative applicabili, e seguendo la procedura corrispondente in questi casi, la Liga non effettuerà la precedente procedura di visto per il trasferimento del giocatore se non ha precedentemente pagato l'importo di detta clausola".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments