MANOVRE BIANCONERE

La Juve e Suarez si dicono no: tempi troppo stretti

Il nodo è l'inserimento nella lista Champions: ecco perché l'affare è saltato

di
  • A
  • A
  • A

Suarez e Juventus adios. L'attaccante del Barcellona ha scartato in queste ore la possibilità di trasferirsi nel nostro campionato per giocare insieme a Ronaldo e Dybala. Di mezzo c'è la questione passaporto e i tempi per ottenerlo. L'uruguayano, tramite il suo entourage, ha ricevuto conferma che - anche se dovesse superare l'esame necessario per ottenere la cittadinanza italiana - non riuscirebbe poi a ottenere il passaporto in tempi utili per trasferirsi alla Juventus ed essere iscritto nella lista Champions la cui data limite è il 6 ottobre.

Suarez invece vuole giocarla, la Champions, ecco perché sta per dire no ai bianconeri. E accetterebbe altre proposte interessanti da altre società top level a patto che giochino nella massima competizione europea. I rapporti tra l'uruguayano e il Barcellona rimangono sempre tesi. Il club praticamente lo ha fatto fuori, l'attaccante vuole una buonuscita ricchissima vicina a quanto prenderebbe se restasse in blaugrana, circa 15 milioni. E allora ecco la nuova proposta del Barça per agevolare l'uscita di Suarez: in base a quanto offrirà di ingaggio l'eventuale club che acquisterà l'uruguayano il Barcellona è disposto a mettere la differenza per arrivare alla cifra di 15 milioni, pari a quanto Suarez prenderebbe in blaugrana. Alla Juve, a questo punto, non resta che stringere i tempi per arrivare a Dzeko.

SU INSTAGRAM: "SEMPRE POSITIVO"

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments