IL VETO DI ADL

Koulibaly-Juve, muro Napoli e controproposta faraonica per il rinnovo

L'agente del giocatore ha incontrato i vertici juventini, ma Aurelio de Laurentiis fa sapere che un trasferimento in bianconero non si materializzerà per nessuna cifra al mondo

  • A
  • A
  • A

Ora è tempo di scelte: se per quanto riguarda il caso Higuain, Aurelio de Laurentiis non ne aveva a disposizione alcuna - i bianconeri pagarono la faraonica clausola rescissoria per strapparlo da Napoli -, ora la dirigenza partenopea può fare la voce grossa. Perchè Kalidou Koulibaly non è una semplice pedina di passaggio, è patrimonio di una città. E cederlo alla rivale storica, aldilà di cifre e compensazioni in gioco, provocherebbe un altro tonfo mediatico che semplicemente la dirigenza napoletana non può permettersi. Perciò, come svela il Corriere dello Sport, AdL non ha solamente imposto il veto al passaggio di KK in bianconero, ma ha anche rilanciato: proposta di rinnovo fino al 2027 a 6 milioni annui.

Vedi anche Juventus, incontro con l’agente di Koulibaly: è lui il dopo de Ligt juventus Juventus, incontro con l’agente di Koulibaly: è lui il dopo de Ligt Scelte di cuore, dunque, aldilà delle valutazioni economiche. Scelte che staranno investendo anche e soprattutto Koulibaly, che ora valuterà assieme al suo procuratore Ramadani la bontà della controproposta azzurra. 6 milioni all'anno, per una piazza come quella di Napoli, è una cifra colossale. Cifra che pareggerebbe l'attuale ingaggio percepito dal difensore senegalese, a 31 anni compiuti, per altri 5 anni.

Ora, la scelta più brutale e sincera, cade proprio nelle sue mani: Napoli è abbastanza per Kalidou? C'è il desiderio di legarsi a vita oppure è ora di cambiare aria? Nelle scorse ore l'agente Ramadani si è seduto a un tavolo assieme ai vertici bianconeri, sondando la fattibilità di un trasferimento sotto la Mole. Sforzo che risulterebbe, ad ogni modo, vanificato dal muro di De Laurentiis. Napoli e la sua gente non possono concedere un altro Higuain-bis, specialmente quando hanno l'opportunità di scegliere. Il Napoli risponderà alla Vecchia Signora con un secco "no grazie" anche in caso di un'offerta che pareggi la valutazione di mercato del difensore (40 milioni).

Le resistenze a un approdo in bianconero, dopotutto, si registrano anche dalla parte dello stesso Koulibaly: il senegalese lo ha espresso chiaramente a Ramadani, gli piacerebbe giocare nel Barcellona. La situazione finanziaria dei blaugrana tuttavia, è in costante (ed incerta) evoluzione. Il tempo delle scelte, tra Napoli e Kalidou, è finalmente maturato: ora, per prima cosa, occorrono sincerità e schiettezza da entrambe le parti; il rischio è incrinare irrimediabilmente i rapporti.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti