ORE CALDISISME

Inter, Vidal "congelato": stretta finale per Eriksen finanziato da Gabigol

Il cambio in panchina al Barcellona allontana il cileno: a centrocampo ora c'è solo il danese

  • A
  • A
  • A

Quella di stasera contro il Middlesbrough in FA Cup potrebbe essere l'ultima apparizione di Christian Eriksen con il Tottenham. Come annunciato da Mourinho, il danese sarà oggi regolarmente in campo poi, sempre stando alle parole del tecnico portoghese, per il match di sabato contro il Watford "si vedrà, forse". Il mercato, infatti, si fa sempre più stringente e i prossimi giorni (finalmente, vien da dire) saranno decisivi. L'Inter ha presentato la propria proposta all'agente del danese e Martin Schoots ha ricevuto dal suo assistito una risposta positiva, tanto che lo stesso Schoots è ora nuovamente atteso in Italia per definire i dettagli dell'affare. Segnali dunque positivi che aprono la seconda fase dell'operazione, quella con il Tottenham che con il giocatore in scadenza a giugno chiede un indennizzo per lasciarlo partire subito: 20 i milioni richiesti a fronte dei 10/12 offerti da Marotta. Distanza limabile o addirittura colmabile non tanto con l'inserimento nella trattativa di Vecino (anche se l'ipotesi non è tramontata) quanto invece mettendo sul tavolo i soldi ricavati dalla vendita di Gabigol. Il brasiliano (anche qui si può dire finalmente) è veramente a un passo dal Flamengo: l'accordo col club brasiliano è pressoché fatto, all'Inter dovrebbero finire 16 milioni più il 20% di quanto incassato in caso di futura rivendita.

Sul fronte centrocampisti resta dunque ormai il solo Eriksen, questo perché il cambio sulla panchina del Barcellona (via Valverde per Setién) congela di fatto l'operazione-Vidal, già molto complicata: a meno di clamorose rotture, il cileno a questo punto non dovrebbe più lasciare la Spagna. Da valutare, invece, la situazione relativa a Ashley Young: con lo scambio Politano-Spinazzola messo in piedi tra Inter e Roma dopo l'infortunio di Zaniolo, l'arrivo dell'esterno del Manchester United potrebbe essere infatti rimandato a giugno. Nessuna frenata, anzi, per quanto riguarda infine Giroud: non appena sarà ultimata l'uscita di Politano, Marotta chiuderà per il francese del Chelsea.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments