ritorno complicato

Inter-Lukaku, primo vertice: definita la exit strategy, palla al Chelsea

I nerazzurri hanno ascoltato il legale del belga, voglioso di tornare. Ora tocca ai Blues decidere se aprire o meno al prestito

  • A
  • A
  • A

Romelu Lukaku vuole tornare all'Inter, ha fretta di definire il suo futuro e - nonostante il calciomercato non sia ancora ufficialmente iniziato (si parte il primo luglio) - sa che il tempo non gioca dalla sua parte: per questo il suo legale di fiducia, Sebastien Ledure, ha incontrato in mattinata la dirigenza interista per capire se ci sono margini per vestire nuovamente la maglia nerazzurra. Un primo round per impostare quello che, al momento, resta ancora un affare molto complesso, soprattutto per questioni economiche. Ledure ha riallacciato i rapporti tra l'Inter e Lukaku, ribadendo la volontà dell'attaccante belga di tornare a Milano. Per questo BigRom è disposto a ridursi lo stipendio: attualmente percepisce 12 milioni di euro netti più 3 di bonus dal Chelsea, sino a scendere verso i 7-9, che comunque sono oltre il limite imposto di Marotta (i rinnovi top, da Lautaro a Brozovic, hanno imposto un tetto, bonus esclusi, di 6). L'Inter ha preso atto: la prossima mossa di Ledure è quella di bussare alla porta del Chelsea e convincere i Blues a far partire il suo assistito in prestito entro giugno.

Lukaku ha mantenuto il suo domicilio a Milano e l'Italia resta il centro dei suoi interessi, aspetto fiscalmente molto importante per mantenere i vantaggi del "Decreto Crescita" ottenuti nell'arrivo all'Inter nel 2019. In questo modo, definendo tutto entro un mese, Suning pagherebbe al netto la cifra prospettata dal belga ma, al lordo, bene o male si arriverebbe ai numeri che già percepiscono gli attuali top player in rosa.

L'incastro, come si capisce, è già difficile così pur mancando quella che sembra la parte più difficile dell'affare: il Chelsea. Il club inglese dovrebbe per forza di cose aprire a un prestito oneroso (non biennale, visto che da luglio saranno proibiti per gli over 21) con diritto di riscatto ed è questo il vero passo che l'Inter si aspetta da Lukaku: forzare l'uscita dai Blues. La nota difficoltà a trattare con Marina Granovskaia spaventa relativamente visto che, dopo la cessione del club, sembra in uscita ma in realtà va soprattutto capito cosa vorrà fare il nuovo proprietario Boehly. Eppure Big Rom sembra convinto e fiducioso di riuscire a incastrare tutti i tasselli del puzzle.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti