ai dettagli

Inter-Lukaku all'ultima curva: atteso il via libera di Zhang

I nerazzurri puntano a quota 10 milioni, il Chelsea vuole aggiungere qualche bonus. Retroscena: il belga aveva chiamato Inzaghi ad aprile

  • A
  • A
  • A

L'ottimismo degli ultimi giorni in qualche modo sembrava aver trasformato la trattativa tra Inter e Chelsea per Romelu Lukaku in una formalità a cui mancava "solo" l'annuncio ufficiale. E invece, come logico che sia, in un affare di questo tipo, quasi impossibile da immaginare solo qualche settimana fa e difficile da concretizzare in tutti i suoi incastri, è normale osservare accelerate e frenate. La svolta di sera rientra nel secondo caso, visto che quando il club inglese ha indicato in 10 milioni di euro più bonus la cifra richiesta per il prestito secco del belga, la proprietà interista nella figura di Steven Zhang ha dato mandato a Marotta e Ausilio di non superare i 10 milioni tondi dopo una prima offerta da 5 milioni più 2 di bonus. Già oggi comunque è previsto un nuovo contatto tra i club per trovare la quadra definitiva, il disco verde è atteso entro le prossime 24-48 ore: resta l'ottimismo tra le parti.

© Getty Images

Serve dunque un ulteriore sforzo tra le parti all'interno di una trattative che, va ricordato, ha registrato disponibilità da parte di tutti. A partire da Lukaku che ha tessuto la tela, ha dato incaricato all'avvocato Ledure di esaudire il suo sogno di tornare all'Inter e ovviamente ha accettato uno stipendio inferiore (al Chelsea guadagna 12 milioni netti, in nerazzurro ne prenderebbe 8-9 al netto del Decreto Crescita). A tal proposito il Corriere dello Sport riporta come lo scorso 5 aprile, giorno del compleanno di Simone Inzaghi, il belga ha chiamato l'allenatore per fargli auguri aggiungendo le parole "Mister, cosa posso fare per l’Inter? Vorrei tornare" dando di fatto impulso alla trattativa scatenata in queste settimane.

I nerazzurri stanno comunque imbastendo un'operazione da oltre 20 milioni, tra costo del prestito oneroso e ingaggio del giocatore, senza avere la certezza che nel 2023-24 il belga farà ancora parte della rosa. E gli inglesi lascerebbero partire un attaccante pagato 115 milioni solo un anno fa, risparmiando certo il pesante stipendio ma perdendoci dal punto di vista dell'ammortamento, che è pari a 23 milioni (contro i 10-12 che pagherà l'Inter).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti