Da Icardi a Lukaku, Conte disegna la sua Inter

Intervista alla Bbc del nuovo tecnico. Che apre a Maurito e dice...

  • A
  • A
  • A

Nemmeno il tempo di insediarsi, che già Antonio Conte pensa all'Inter che verrà e a come rinforzarla in vista della sua prima stagione nerazzurra. Il tecnico interista, intervistato dalla Bbc, ha fatto il punto sul mercato, aprendo una porta anche a un colloquio con Mauro Icardi (Wanda Nara aveva chiarito l'intenzione dell'argentino di restare): "Il futuro di Icardi? Valuteremo tutte le situazioni e prenderemo le migliori decisioni per il club".

Conte, insomma, non esclude nulla. Prima di tutto vuole confrontarsi con il giocatore e con la società e prendere una decisione concordata con tutte le parti in gioco. La linea vale più o meno per tutto, se è vero come è vero che "dobbiamo lavorare duramente per prendere le migliori decisioni, la squadra è la cosa più importante per il presente e per il futuro. Non ho avuto nessun contatto con Icardi, ho appena iniziato a respirare l'aria nerazzurra e ora devo entrare con le mani e coi piedi in questa nuova sfida".

Non solo Maurito, però, perché in questi giorni si è parlato molto anche di possibili arrivi: "Lukaku? Non c'è stato nessun incontro, dovete parlarne col direttore sportivo così come per Sanchez. Abbiamo un piano, dobbiamo migliorare la squadra e saranno importanti i giocatori, ma altrettanto importante è il progetto e l'ambizione per ridurre il gap".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments