Chi viene e chi va tra Inter e Roma: Dzeko per il dopo Icardi, Ausilio per il post-Monchi

Il bosniaco nel mirino di Marotta, mentre l'attuale ds nerazzurro piace molto a Pallotta

  • A
  • A
  • A

Tra campo e ufficio. Così possiamo descrivire il possibile "scambio" che si va profilando sull'asse Inter-Roma. Un anno dopo l'affare Nainggolan-Zaniolo, ci risiamo. Solo che questa volta i nerazzurri pensano a un attaccante, Edin Dzeko, e i giallorossi a un dirigente esperto e navigato che possa sostituire Monchi, vale a dire Piero Ausilio. Ovviamente, va da sé, si tratta di discorsi e trattative distinte e distanti.

Anzi, proprio quella che riguarda l'attaccante bosniaco potrebbe essere, nel caso, una delle ultime dell'attuale ds nerazzurro. Edin, contratto in scadenza nel 2020, è ritenuto dalla dirigenza interista il profilo ideale per tamponare nell'immediato la possibile-probabile partenza di Icardi: la sua carta d'identità (33 anni appena compiuti) non spaventa, così come l'ingaggio (attualmente 4,5 mln) che è considerato alto ma in linea coi parametri societari. La Roma, semmai, lo valuta sui 30 milioni, cifra ritenuta spropositata dall'Inter, non tanto per l'età di Dzeko quanto per il contratto in scadenza a giugno dell'anno prossimo.

Trattativa da intavolare (Marotta ha però già sondato l'entourage del giocatore ottenendo risposte più che positive), così come quella che pare potrebbe poi portare Piero Ausilio a prendere in mano le redini del mercato giallorosso. L'attuale ds interista (legato contrattualmente al club per il quale lavora da oltre 20 anni per una stagione e mezza ancora) ha come priorità quella di rimanere a Milano. A breve, questione di settimane) valuterà il suo futuro con il presidente Zhang  e con lo stesso Marotta e nel caso si arrivasse a una separazione l'ipotesi Roma è quella più calda e plausibile. James Pallotta, presidente giallorosso, lo ha già indicato infatti come successore ideale di Monchi.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments