MANOVRE BIANCONERE

Chelsea, Lampard: "Jorginho gioca poco ma rientra ancora nei miei piani"

L'italo-brasiliano sta trovando poco spazio nei Blues: la Juve pronta ad affondare il colpo

  • A
  • A
  • A

Tre partite consecutive in panchina, nell'ultima in campo per una manciata di minuti, la sensazione che la sua centralità nel Chelsea sia venuta meno. Stiamo parlando di Jorginho, centrocampista che Sarri rivorrebbe tanto con sè per consegnargli le chiavi del centrocampo della Juve e che invece Lampard, che lo ha alle sue dipendenze, "vede" ultimamente molto meno. Sensazione che lo stesso tecnico dei Blues ha però voluto scacciare in conferenza stampa, precisando che "se un giocatore resta fuori per alcune partite non significa che non rientra più nei miei piani".

Titolare fisso prima del lockdown, Jorginho dalla ripresa è stato impiegato pochissimo e questo ha alimentato le voci di una possibile cessione a fine stagione: "Ci sono sempre giocatori che sono magari scontenti o che in certi momenti restano fuori ed è il caso per adesso di Jorginho. E' stato fondamentale in questa stagione, dentro e fuori dal campo, e questo non è cambiato, sono molto contento di lui". 

"Le parole di Lampard confermano come Jorge è ancora un calciatore importante per il Chelsea. Ha giocato tanto quest'anno. Quando il mister ha bisogno di lui si è sempre fatto trovare pronto. E lo farà ancora. Paratici? Non mi ha chiamato". Così anche l'agente di Jorginho, Joao Santos, ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha raffreddato la pista Juve. "Forse Sarri pensa di aver bisogno di un giocatore come Jorge ma al momento non so quale sarà il progetto tecnico dei bianconeri. Se Chelsea e Juventus dovessero trovare un accordo noi poi valuteremo", aggiunge.
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments