Contrordine Cassano: "Torno a giocare"

L'annuncio di Fantantonio: "Mi alleno, sono pronto a rimettermi in gioco. Verona, Bologna, Udinese..."

  • A
  • A
  • A

Contrordine: Antonio Cassano tornerà a giocare. Mai avuto dubbi, a proposito? Forse no, anche se l'annuncio di Fantantonio intorno a Natale ("Basta, mi ritiro:  faccio il manager di mia moglie") e il fallito tentativo dell'Entella a febbraio, lasciavano intendere che quell'addio sarebbe stato effettivo, dunque definitivo.

La primavera invece ha risvegliato nel 35enne Cassano la voglia di rimettersi in gioco, a patto che -ovvio- ci siano società disposte a ingaggiarlo. E in una iuntervista al Secolo XIX ha detto: "Mi alleno ogni giorno alla Riattiva di Chiavari per restare in forma e soprattutto per non prendere peso. Voglio ripartire tra un paio di mesi perché lo stimolo è forte e voglio tornare a volare. Pensavo che il campo mi mancasse di più, ma dentro di me so che si tratta solo di pochi mesi. Il Verona in Serie A mi intriga molto, al pari di Bologna o Udinese, l'importante è che sia in Serie A perché posso ancora fare la differenza. L'Entella? È l'unica eccezione per cui accetterei la Serie B. Ho un rapporto di grande amicizia, stima e affetto con il presidente Gozzi".
Questo ha dichiarato, aggiungendo che il finale di carriera non ha ancora una data, e che poi quando davvero avrà finito di dare calci a un pallone (il suoi calci) si cimenterà nello studio di un ruolo da direttore sportivo, o general manager appunto. Ma non di sua moglie.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments