EXTREME E

Lewis Hamilton fonda X44, il campionato Extreme E è la sua nuova frontiera

Nuova avventura all'orizzonte per Lewis Hamilton. Non più solo pilota: il sei volte iridato diventa proprietario di un team "estremo" ed elettrico.

  • A
  • A
  • A

Si prepara a vincere il suo settimo titolo iridato in Formula Uno ma Lewis Hamilton non si ferma e fa le... prove generali per il futuro annunciando la nascita del suo team per il campionato elettrico Extreme che inizierà alla fine di gennaio 2021 (esclusiva Mediaset) sulle rive del Lago Rosa di Dakar, in Senegal. Il team si chiamera "X44", con un evidente riferimento al numero stampato sul musetto dellaFreccia Nera di Lewis

La possibilità di eguagliare Michael Schumacher con sette titoli iridati in Formula Uno è talmente a portata di mano che Lewis Hamilton si spinge già (forse) ad immaginare il proprio futuro lontano dalle piste. O meglio dalle piste d'asfalto. Magari per lanciarsi su quelle di un deserto africano o sudamericano o comunque in lande molto remote e molto diverse da quello che oggi è il suo "habitat". Hamilton lancia il suo team per il campionato Extreme E che partirà a gennaio in Senegal per poi svilupparsi in altre quattro tappe in Arabia Saudita, Nepal e Brasile. Locations suggestive tra deserti appunto, foresta pluviale e alta quota: himalayana: ambienti naturali già pesantemente compromessi o comunque altamente a rischio a causa del cambiamento climatico, responsabile di fenomeni quali deforestazione, desertificazione e scioglimento della calotta glaciale con conseguente innalzamento del livello degli oceani. Campione al volante ma anche persona da sempre attenta ai temi etici e spesso in prima linea (basti pensare al suo coinvolgimento nella lotta al razzismo di "Black Lives Matter"), deciso a mettere a frutto la sua influenza come personaggio a livello mondiale, Hamilton ha motivato così la decisione di lanciarsi in questa nuova avventura:

"Sono molto orgoglioso di annunciare la nascita della mia nuova squadra per correre nel campionato Extreme E. Trovarsi alla guida di un team di mia proprietà è una sfida totalmente nuova ed entusiasmante. Extreme E mi interessa per via della sua attenzione all'ambiente. Ciascuno di noi ha il potere di fare la differenza ed è molto significativo per me dare un contributo attraverso la mia passione per le corse ed al tempo stesso per il futuro del nostro pianeta. Non ci limiteremo a correre in luoghi remoti ed a rischio per via del cambiamento climatico in atto. Lavoreremo a stretto contatto con scienziati e studiosi del clima per condividere le nostre conoscenze e contribuire a diffondere una consapevolezza che vada ben al di là delle corse".

 

X44, la squadra di Hamilton (i nomi dei piloti non sono stati ancora rivelati) va ad aggiungere alle americane Chip Ganassi Racing e Andretti United, alle tedesche Abt e HWA, alla indonesiana Techeetah, alla spagnola QEV Technolgy ed all'altro team britannico Veloce Racing. Come per il Mondiale elettrico di Formula E, anche la sua versione off road sarà un monomarca. Tutte le squadre correranno con un E-SUV chiamato Odyssey 21 realizzato da Spark Racing Tehnology, capace di andare da zero a 100 chilometri orari in quattro secondi e mezzo e di superare pendenze del 130 per cento.

Il format degli eventi, che saranno trasmessi in esclusiva sulle reti Mediaset, prevede equipaggi obbligatoriamente misti (e alternanza alla guida tra uomo e donna) con qualifiche al sabato, seguite da semifinale e finale alla domenica, con quattro Odyssey 21 in "pista" alla volta.

  

  

 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments