Formula E, Di Grassi vince a Zurigo

Sussulto del campione in carica, Bird riapre la lotta mondiale con Vergne

  • A
  • A
  • A

Lucas Di Grassi su Audi ha vinto l'E-Prix di Zurigo, penultimo round del Mondiale di Formula E. Primo successo stagionale per il brasiliano, secondo su Virgin Sam Bird che approfitta della decima posizione del leader del Mondiale Jean-Enric Vergne e si riporta a -23 in classifica, prima delle ultime due gare di New York il 14 e 15 luglio. Sul terzo gradino del podio la Dragon di Jerome d'Ambrosio.

Nei primissimi giri, perdono posizioni d'Ambrosio e Lopez, partiti in quarta e quinta posizione, con Di Grassi e Buemi che si mettono alle spalle di Evans, Lotterer e Bird. Il pole-man della Jaguar tiene da subito un gran ritmo cercando di staccare gli inseguitori, senza però riuscirci, mentre Vergne, partito dalla 17esima piazza, pur su un circuito molto stretto dove superare è quasi impossibile, prova la rimonta e nei primi dieci giri riesce ad arrivare al decimo posto, entrando in zona punti. Sam Bird, distanziato nel Mondiale di 40 lunghezze, cerca dunque di sfruttare l'occasione per accorciare le distanze in classifica, ma Lotterer, compagno di squadra di Vergne, riesce a tenerlo dietro senza troppi problemi. E anzi, al 14esimo giro, il britannico deve incassare il sorpasso da parte della scatenata Audi di Lucas Di Grassi. Il brasiliano è determinato a cercare la prima vittoria stagionale e poco dopo riesce a superare in tromba anche Lotterer ed Evans, balzando davanti a tutti. Intanto, in piena risalita, Vergne si prende dei rischi pazzeschi e guadagna la settima posizione con due sorpassi ad altissima tensione su Rosenqvist e d'Ambrosio.

Al cambio vettura, però, il francese ha un problema e perde nuovamente due posizioni. In difficoltà a metà gara anche Bird, che nel frattempo aveva subito il sorpasso anche da parte del padrone di casa Buemi. Nella seconda parte di gara, le posizioni si cristallizzano, con Di Grassi che riesce a maturare un vantaggio di sicurezza sugli inseguitori. Il colpo di scena al 31esimo giro: Evans, Lotterer, Buemi, Lopez e Vergne vengono penalizzati con un drive-through, per aver superato i limiti di velocità in regime di bandiere gialle. Bird ne approfitta e chiude in seconda posizione, mentre Vergne deve accontentarsi della decima piazza, terzo 'Ambrosio davanti a Lotterer e Buemi. Per Vergne ora 23 punti di vantaggio su Bird, tra un mese a New York potrà succedere di tutto.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments