FORMULA E

Formula E, Jaguar nel mirino Mercedes ma Vandoorne avverte: "A Valencia sarà diverso"

Il vincitore del secondo E-Prix a Roma anticipa i temi della gara spagnola: "La strategia giocherà un ruolo chiave"

  • A
  • A
  • A

La vittoria nel secondo E-Prix di Roma ha rilanciato le ambizioni di alta classifica per Stoffel Vandoorne che resta quarto in graduatoria ma continua a vedere i miglioramenti della sua Mercedes, prima minaccia per la Jaguar capolista. Il pilota belga, però, avverte: "A Valencia sarà completamente diverso da Roma". Il doppio E-Prix spagnolo - 24 e 25 aprile - sarà trasmesso in diretta su Canale 20 e Sportmediaset.it.

twitter

Dopo un anno di apprendistato, la scuderia tedesca vuole puntare a vincere e diventare un riferimento di categoria in Formula E come già accade in F1. Serve però più affidabilità per la vettura e una maggiore costanza dei piloti: Vandoorne e De Vries hanno chiuso a zero punti in tre degli otto E-Prix complessivamente corsi dalla coppia.

"Le caratteristiche del circuito di Valencia sono molto diverse da quelle di Roma, anzi sono quasi opposte: curve lunghe e veloci che porranno come temi principali la gestione dell'energia e la strategia" spiega il pilota 29enne. "I sorpassi credo saranno abbastanza agevoli ma poi metteranno in posizione di svantaggio in termini di gestione energetica. Non vedo alcun motivo per cui non dovremmo essere competitivi ma conosciamo tutti l'imprevedibilità della Formula E" conclude Vandoorne.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments