e-prix Jakarta

Formula E, E-Prix Jakarta: Vergne nella storia, pole e record davanti a Da Costa

Il pilota francese centra la pole numero 15 della carriera nel campionato delle elettriche nel primo storico appuntamenti indonesiano

  • A
  • A
  • A

Nella prima storica tappa dell'E-Prix di Jakarta è uno-due DS Techeetah in prima fila, con Jean-Eric Vergne che conquista la pole centrando l'ennesimo record della carriera in Formula E. Il pilota francese, che in finale ha battuto il compagno di box Da Costa, agguanta la pole numero 15 entrando sempre più di diritto nella storia del campionato elettrico. Seconda fila per Evans e Mortara, mentre Giovinazzi partirà ultimo a causa di problemi riscontrati nella fase a gironi delle qualifiche.

© FIA

Dalla prima pole del dicembre 2014 in Uruguay all'ultima, quella da record, in Indonesia per la quindicesima affermazione in qualifica per Jean-Eric Vergne che entra sempre più nella storia della Formula E. Primo e unico pilota a riuscire a conquistare due titoli in categoria, il pilota francese del team DS Techeetah non smette di sorprendere e a Jakarta, nella prima edizione dell'E-Prix, conquista l'ennesima pole della carriera su un tracciato che già dalle libere lo aveva visto velocissimo. Nel suo cammino verso il primo posto in griglia JEV ha battuto, dai quarti alla finale, Wehrlein, Evans e poi il compagno di box Da Costa, che partirà secondo e potrà, insieme al francese, costruire una gara di strategia per tentare di portare la scuderia cinese alla conquista della doppietta.

Dalla seconda fila, però, saranno Evans e Mortara a rendere complicata la vita al duo DS-Techeetah, con l'italo-svizzero che tenterà sin da subito l'attacco per poter recuperare punti importanti in ottica mondiale e sfruttare la partenza davanti al leader Stoffel Vandoorne, che piazzerà la sua Mercedes in quarta fila in settima posizione in griglia al fianco di Lotterer e dietro a Buemi e Dennis.

In top 10 anche De Vries e Di Grassi, mentre la sessione di qualifica non sorride ad Antonio Giovinazzi. Partito nel gruppo B, il pilota di Martina Franca si è ritrovato più volte imbottigliato nel traffico ed è stato costretto ad abortire più di un giro, con la sua Dragon Penske che non gli ha permesso di registrare un tempo positivo per poter partire più avanti. Giovinazzi partirà dunque dal 22° e ultimo posto in griglia, con la speranza di sfruttare le scie e mettere in scena una gara di rimonta con l'obiettivo di raccogliere i primi punti della stagione.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti