FORMULA 1

Verstappen: “Zandvoort uno dei miei weekend migliori. Monza non sarà così"

Il leader del mondiale in conferenza: “Possiamo essere competitivi, ma per battere Mercedes serve la perfezione”

  • A
  • A
  • A

Max Verstappen è pronto per dare battaglia a Monza. Il leader del Mondiale di F1 arriva dal convincente successo di Zandvoort, che considera “uno dei weekend migliori”, ma nella conferenza stampa del GP d’Italia tiene alta la guardia della squadra: “Serve la perfezione per battere la Mercedes. Qui possiamo essere competitivi, ma è difficile dire se sarà abbastanza per lottare con loro. Non mi aspetto che Monza sia come Zandvoort”.

Vedi anche Verstappen a Monza... via Palermo: "Pista non adatta alla Red Bull" Formula 1 Verstappen a Monza... via Palermo: "Pista non adatta alla Red Bull"

Max Verstappen si presenta a Monza con la tranquillità del leader del mondiale di Formula 1 e la determinazione di chi vuole portare a casa il titolo a fine stagione. L’olandese, nella conferenza stampa che precede il weekend di gara del Gp d’Italia, ricorda il successo di settimana scorsa, davanti al proprio pubblico: “Zandvoort? Uno dei miei weekend migliori. È sempre difficile superare le emozioni della prima vittoria, ma durante la stagione abbiamo visto quanto sia necessaria la perfezione per battere le Mercedes. Ero sollevato quando ho tagliato il traguardo. Tutti quanti si aspettavano che vincessi, quindi non farlo sarebbe stata una delusione. Il supporto che ho avuto è stato fantastico”. Per il pilota RedBull la gara italiana non avrà un esito scontato: “Questo week end possiamo essere competitivi, ma è difficile dire dove saremo e se sarà abbastanza per lottare con la Mercedes. Con il format della Sprint Race poi sarà completamente diverso. Abbiamo fatto il nostro lavoro e possiamo essere competitivi. Non mi aspetto che Monza sia come Zandvoort. Non abbiamo ancora deciso quando sostituire il quarto motore e prendere la penalità. La nostra power unit è ancora affidabile".

Infine qualche battuta sulle ultime novità del mercato dei piloti, cominciando dall’approdo di George Russell in Mercedes nella prossima stagione per poi proseguire con il passaggio di Alex Albon in Williams: “Ovviamente sono molto contento per Russell. Era logico che accadesse, è stato il segreto peggio tenuto di sempre. Sono contento per George, sono sicuro che potrà fare bene, ma anche contento per Alex. Quest’anno ci ha aiutato molto con i suoi test al simulatore”. E chissà che proprio Russell non possa diventare un elemento fondamentale nella lotta al mondiale di Formula 1 del 2022.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments